Quotidiano Nazionale logo
7 apr 2022

Insulti razzisti contro Koulibaly Il tifoso inchiodato dai filmati

È un 40enne di Calcio privo di precedenti sostenitore dell’Atalanta. Ha pure lanciato un bicchiere

Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly
Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly
Il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly

L’insulto razzista “Negro di m…“ al difensore del Napoli Kalidou Koulibaly durante la partita di domenica contro l’Atalanta al Gewiss Stadium: l’autore, un 40enne bergamasco di Calcio, nella Bassa, privo di precedenti, tifoso della Dea, è stato identificato e denunciato. Nello specifico l’insulto, proveniente dalla Curva Nord, era stato registrato dall’impianto di videosorveglianza e da un filmato amatoriale.

Le immagini hanno consentito alla Digos della Questura di Bergamo di individuare e identificare l’uomo. Nel video si vede il 40enne che, oltre a rivolgersi a più riprese con insulti e atteggiamenti ingiuriosi nei confronti dei giocatori ospiti, lancia in campo un bicchiere di birra. Nei confronti del tifoso è già stato avviato il procedimento amministrativo finalizzato all’emissione del Daspo.

Anche il sindaco Giorgio Gori è intervenuto sull’episodio. E lo stesso ha fatto anche l’Atalanta, prendendo fermamente le distanze dagli insulti razzisti a Koulibaly. Con una nota pubblicata sul sito ufficiale, la società ha espresso chiaramente la propria posizione: "Ogni comportamento non in linea con i principi di civiltà ed educazione, da sempre perseguiti da questo club, sarà osteggiato con forza. Non vogliamo dare visibilità a soggetti che nulla hanno a che fare con il nostro ambiente e, pertanto, senza clamori né generalizzazioni, agiremo nelle sedi competenti affinché l’immagine del club e della città di Bergamo siano tutelate".

Durissima la Federcalcio senegalese che, per difendere uno dei suoi giocatori più rappresentativi, ha scritto su Twitter: "Come nelle loro tristi abitudini, alcuni tifosi bergamaschi dell’Atalanta hanno mostrato ancora una volta la loro pochezza umana pronunciando insulti spregevoli e razzisti rivolti al nostro capitano e leader Kalidou Koulibaly. Questi idioti senza cervello non devono trovare posto in uno stadio. Forza Kalidou, il popolo senegalese ti sostiene con tutto il cuore ed è orgoglioso del tuo coraggio, della tua esemplarità e della tua appartenenza alla nostra razza e al nostro Paese".

Francesco Donadoni

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?