Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Il futuro del food&beverage si disegna in alta Valtellina

Bormio sarà la capitale della seconda edizione del forum Ambrosetti il prossimo mese di giugno

fulvio d’eri
Cronaca
La presentazione della due giorni è avvenuta a. Milano
La presentazione della due giorni è avvenuta a. Milano
La presentazione della due giorni è avvenuta a. Milano

di Fulvio D’Eri

Il forum di The European House – Ambrosetti sul food & beverage sarà all’insegna della sostenibilità, della qualità e della promozione dei prodotti italiani all’estero. Sarà ancora la splendida Bormio ad ospitare il prossimo giugno, nelle giornate del 17 e del 18, la seconda edizione dell’evento, dal titolo "La roadmap del futuro per il food&beverage: quali evoluzioni e quali sfide per i prossimi anni".

L’appuntamento è stato presentato ieri mattina al 39° piano di Palazzo Lombardia e ha visto, tra i presenti, anche il governatore regionale Attilio Fontana e l’assessore regionale Massimo Sertori, oltre ad alcuni importanti esponenti del mondo del food & beverage italiano e mondiale. La Magnifica Terra ormai è la sede designata di questa due giorni di altissimo livello che, ogni anno, permette di fare il punto della situazione su un settore strategico per l’economia italiana come quello della filiera agroalimentare che nel 2021 ha raggiunto un fatturato, in Italia, dei 204,5 miliardi di euro, occupando 1.4 milioni di persone e realizzando un valore aggiunto di 65 miliardi di euro. Le esportazioni hanno messo a segno nel 2021 una progressione del 10,8%, superando il valore di 50 miliardi di euro. La Valtellina non è stata scelta per caso ma perché, tra le altre cose, ha l’area terrazzata più vasta d’Italia (con 2.500 km di muretti a secco dei vigneti), candidata ad essere iscritta tra i beni dell’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Inoltre in Valtellina c’è l’80% della produzione nazionale di bresaola e il 90% della produzione di mele della Lombardia, quella di Sondrio è la 4^ provincia lombarda per produzione di vino, la 3^ provincia italiana per impatto economico territoriale dei prodotti a base di carne certificata (dopo Parma e Udine). Ben 1.700 le tonnellate di pizzoccheri prodotti annualmente che hanno ottenuto il marchio Igp.

"La Valtellina è una provincia montana di 183.000 abitanti - ha spiegato l’assessore Massimo Sertori - ma sa attirare ogni anno quasi 4 milioni di presenze turistiche. Il segreto sta nella qualità dei suoi prodotti, autentiche eccellenze che sanno raccontare in modo perfetto il territorio. Come accadrà, a esempio, anche in occasione della tappa del Giro d’Italia 2022 che arriverà all’Aprica e sarà dedicata allo Sforzato".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?