Sono tre le fasce orarie in cui auto, moto e mezzi pubblici possono transitare sul tratto della statale 36 chiusa al traffico in seguito alla frana
Sono tre le fasce orarie in cui auto, moto e mezzi pubblici possono transitare sul tratto della statale 36 chiusa al traffico in seguito alla frana

San Giacomo Filippo, 21 giugno 2018 - Frana di Gallivaggio:  strada aperta, sino a nuovo avviso, tutto il giorno e si torna verso la normalità. Sono questi i principali aggiornamenti relativi allo smottamento comunicati ieri dal prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia, di concerto con il presidente della Provincia, Luca Della Bitta, il presidente della Comunità Montana della Valchiavenna, Severino de Stefani, e dei sindaci del territorio.
“In questi giorni - si legge in una nota - sono proseguite le attività di disgaggio e di pulizia del versante franoso da parte della ditta incaricata. Il cronoprogramma prevede successivamente interventi di legatura e messa in sicurezza con reti e protezioni. Sono funzionanti i nuovi sistemi di monitoraggio e non si evidenziano movimenti significativi sul versante. Considerata la necessità, al fine di evitare possibili situazioni di black out elettrico in occasione della maggiore affluenza turistica in Valle Spluga, di provvedere al ripristino della linea dell’alta tensione in condizioni di relativa sicurezza attraverso la presenza di una guardiania continua, le lavorazioni in parete verranno sospese da domani presumibilmente fino al 3-4 luglio”.
Veniamo alla strada, uno dei punti certamente più importanti: la statale 36 in località Gallivaggio, nel territorio di San Giacomo Filippo, da sabato 23 giugno  e sino a nuovo avviso sarà aperta dalle ore 5 alle ore 21.30.
“In questo periodo – proseguono prefetto, presidenti e sindaci - facendo seguito ad un approfondimento in collaborazione con Coldiretti e Apa, sarà possibile consentire l’attività di caricamento degli alpeggi della Valle Spluga. La Provincia, coordinando il cronoprogramma dei lavori prevede di realizzare l’asfaltatura, a cura della Ditta Mosconi, di importanti tratti dissestati della provinciale 1 di Isola. L’Unità di crisi del Ministero dei Beni culturali, attivata per il Santuario di Gallivaggio, prevede l’attivazione della fase di valutazione dei danni al fine di iniziare a prevedere interventi futuri di sistemazione del complesso religioso. Anas in questi giorni prevede l’affidamento dei lavori della pista alternativa in fase di gara. Resta l’impegno di tutti anche per diffondere la possibilità di frequentare durante l’estate la Valle Spluga aiutando le attività commerciali e turistiche a riprendere una economia provata dai disagi degli ultimi mesi”.