San Giacomo Filippo, 24 aprile 2018 - L'Arpa Lombardia ha segnalato un peggioramento della situazione, con una soglia molto elevata di pericolo per la frana di Gallivaggio nel territorio comunale di San Giacomo Filippo, così la Prefettura di Sondrio ha convocato una riunione urgente, presieduta dal Prefetto, a cui hanno partecipato il presidente della Provincia, i sindaci dei Comuni di San Giacomo Filippo e Madesimo, il vice sindaco di Campodolcino, i rappresentanti delle Forze dell’ordine, della Comunità Montana della Valchiavenna, dei Vigili del Fuoco, dei Anas, di Regione Lombardia, il geologo di A2A ed i rappresentanti della ditta che sta effettuato i lavori sul movimento franoso.

“Abbiamo subito contattato  – fanno sapere dalla Prefettura – il capo del Dipartimento della Protezione civile chiedendo un sopralluogo urgente di un centro di competenza per valutare i necessari interventi a tutela della pubblica incolumità e per l’individuazione di misure risolutive. Abbiamo convenuto poi la chiusura totale della strada statale 36 dalle ore 20 di oggi (fino a venerdì nel tratto compreso tra il chilometro 125+900 ( Località Castagneto nel Comune di S.Giacomo Filippo) e il 127+450 (Località Rione in Comune di San Giacomo Filippo)”.

Il prefetto Giuseppe Mario Scalia, però, chiederà l’apertura anticipata del Passo dello Spluga, estendendola anche a trasporti commerciali. Inoltre, le Forze dell’ordine attiveranno un dispositivo di vigilanza nell’arco delle 24 ore e sarà istituto il Centro operativo misto presso la Comunità montana della Valchiavenna e con presidio fisso a Campodolcino, con delega operativa al presidente del Comitato coordinamento volontari di Protezione civile della Ppovincia di Sondrio o suo delegato;. “Sarà assicurato – conclude la nota emessa ieri dalla Prefettura di Sondrio il transito ai mezzi di soccorso”. Il prefetto ha già fissato la prossima riunione, che si terrà venerdì.