Quotidiano Nazionale logo
29 gen 2022

Fotografi gli angoli più belli e vinci

Livigno, il singolare concorso “Win the wonder“ che permette di aggiudicarsi skipass e settimane bianche

Alcuni turisti a passeggio nelle vie sotto la pioggia a Livigno: ora avranno nuove possibilità di svago
Alcuni turisti a passeggio nelle vie sotto la pioggia a Livigno: ora avranno nuove possibilità di svago
Alcuni turisti a passeggio nelle vie sotto la pioggia a Livigno: ora avranno nuove possibilità di svago

A Livigno è ormai tempo di Win the Wonder, il progetto del Piccolo Tibet pensato per valorizzare gli spot meno conosciuti e incentivare un turismo in sintonia con la natura. A seguito del grande successo dell’edizione estiva, prosegue questa iniziativa che porta turisti e viaggiatori a vivere esperienze da "veri local" in chiave invernale, alla scoperta di luoghi e attrazioni poco noti al grande pubblico. Vere e proprie chicche che si conoscono meno ma che rappresentano ancora l’anima “wild“ della bellissima località turistica dell’Alta Valtellina. L’idea nasce dalla volontà di esplorare nuovi linguaggi e canali comunicativi, mettendo la tecnologia al servizio del territorio: attraverso il proprio smartphone i visitatori hanno infatti l’opportunità di partecipare al contest e accedere ai fantastici premi in palio. Per prendere parte alla caccia al tesoro virtuale basta seguire poche semplici regole: scaricare l’App “My Livigno“, cliccare sulla sezione dedicata al concorso Win the Wonder, registrarsi e consultare la lista degli spot da raggiungere. Una volta individuata la location di interesse, basterà recarsi sul posto e inquadrare il QR code dell’iniziativa. In questo modo, Livigno ispira i viaggiatori suggerendo itinerari e attività, perfetti sia per chi visita il Piccolo Tibet per la prima volta, sia per chi conosce già la destinazione, ma è in cerca di nuovi spunti, ovvero luoghi meno noti che meritano di essere conosciuti e valorizzati. La lista delle location valide per partecipare al concorso include spot famosi come il Crap de la Paré, raggiungibile con una facile escursione con le ciaspole o gli sci d’alpinismo di circa 1 ora dal parcheggio Passo dell’Eira. Un’altra missione da completare è Plazéc, o il Baitel dal Plascianet, la Chiesa dell’Addolorata in Val Federia e il Sentiero d’Arte. Al termine di ogni tappa, i viaggiatori accumulano punti in un portafoglio virtuale: maggiori sono i punti raccolti, maggiori ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?