Chiavenna (Sondrio), 29 agosto 2018 - Proseguono senza sosta le ricerche di Eleonora Contin, la 34enne originaria di Chiavenna scomparsa la mattina di sabato 25 agosto nel corso di un’escursione subacquea mentre era in vacanza in Mozambico con il marito. Ancora da chiarire le modalità esatte dell’incidente, probabilmente causato da un’imprevista corrente marina: la giovane – che è un’esperta subacquea – sarebbe svanita, senza lasciare traccia, vicino alla barriera corallina nel corso di un’immersione che non avrebbe dovuto presentare alcuna difficoltà, tanto da essere classificata come adatta ai principianti.

Per permettere di proseguire le ricerche, iniziate non appena è stato lanciato l’allarme, il marito di Eleonora, Matteo Gobbi – in immersione con lei al momento della scomparsa – ha lanciato una raccolta fondi on line, nel tentativo di trovare le risorse economiche necessarie a pagare elicotteri e sommozzatori privati, non essendoci in Mozambico organismi pubblici in grado di prestare soccorso in mare. In molti hanno risposto all’accorato appello dell’uomo e hanno dato il proprio sostegno nella speranza che possa essere d’aiuto nelle ricerche risultate finora infruttuose. In 20 ore sono stati raccolti oltre 35mila euro, donati da più di 430 persone (la pagina di riferimento è www.gofundme.com/lets-bring-eleonora-home). Mentre in Mozambico proseguono i tentativi di ritrovare la giovane, a Chiavenna la famiglia di Eleonora vive momenti di attesa angosciante. Nonostante siano passate molte ore dalla scomparsa restano ancora vive le speranze di poter riabbracciare nuovamente la giovane.

Eleonora, nata e cresciuta a Chiavenna, dove aveva frequentato illiceo, vive da anni, con il marito a Milano dove, dopo essersi laureata all’Università Cattolica in gestione dei beni culturali, lavora alla Fondazione Orchestra Sinfonica e Coro Sinfonico Giuseppe Verdi, dove è responsabile dell’Organizzazione e dei Rapporti istituzionali. Tra le sue tante passioni – oltre alla musica e alla cultura – anche quella per le immersioni, in cui è solita cimentarsi nei periodi di vacanza.