Andrea Scherini insieme a Nepal sulla vetta della Punta Zumstein (Anp)
Andrea Scherini insieme a Nepal sulla vetta della Punta Zumstein (Anp)

Sondrio, 7 settembre 2018 - Ha tre anni e per nove volte ha già oltrepassato quota quattromila. Non a caso si chiama Nepal. È il lupo cecoslovacco di Andrea Scherini che, dopo aver raggiunto tre giorni fa una delle vette più alte del massiccio del Monte Rosa (Punta Zumstein a 4.563 metri), detiene il nuovo record europeo per un cane. Merito del compagno di cordata valtellinese Andrea, 25 anni, guida alpina e istruttore di nordic walking, impiegato alla Bps e laureando in Ingegneria matematica. Insomma, uno che in montagna sa come muoversi. Gli inseparabili alpinisti a sei zampe hanno all’attivo diverse spedizioni e ora guardano già al prossimo obiettivo: la vetta del Monte Bianco a quota 4.810.

Si può dire che le cime siano il vostro vero habitat…

«Ho sempre avuto la passione per la montagna tanto che quando ho iniziato l’Università a Milano, non mi sentivo a mio agio in città e dopo poco ho deciso di tornare in Valle e studiare da non frequentante, pur di non rinunciare ai miei boschi e alle mie adorate montagne».

Lo stesso amore per la montagna vale anche per Nepal?

«Mi ha seguito in ogni escursione e mi è sempre stato vicino. In montagna si trova benissimo anche perché, da quando ha tre mesi, è in addestramento per la ricerca dispersi. Durante le ascese siamo legati in cordata, esattamente come due alpinisti: lui davanti, io dietro. Anche sul ghiaccio non ha particolari difficoltà, di solito gli apro la strada e lui può sfruttare il fatto che il ghiaccio venga scalfito dai mio passaggio con i ramponi».

Quali ascese avete compiuto prima di toccare il record dei 4.563?

«Il 5 agosto abbiamo raggiunto le due creste del Breithorn, una delle montagne di confine che separano la Valle d’Aosta dalla Svizzera, nel tratto fra il Cervino e il gruppo del Rosa, rispettivamente a quota 4.160 metri. Il 2 settembre Punta Giordani a 4.046 metri, il 3 Piramide Vincent (4.215), Balmenhorn (4.167), Ludwigshohe (4.341), Punta Parrot (4.432) e Punta Gnifetti (4.554). Sulla pagina Instagram "nepalthewalf" trovate le foto di tutte le nostre avventure».

E le vostre prodezze non sono passate certo inosservate…

«Ci hanno contattato diversi sponsor. Alcune aziende che producono abbigliamento e attrezzature di montagna ci forniscono il materiale e contribuiscono a sostenere le nostre trasferte. Nepal ha addirittura una mascherina da sole personalizzata».

Oltre che bravo, Nepal è anche particolarmente bello…

«In effetti è anche campione italiano, croato e internazionale di bellezza. Finora si è aggiudicato diverse gare internazionali: 7 in Italia, 3 in Croazia, 2 in Slovenia, 2 in Austria e 1 in Germania».