Quotidiano Nazionale logo
25 feb 2022

Cambiano gli orari per le vaccinazioni Intanto chiude il Palataurus

In Valtellina arriva Bolognesi. In riva al Lario l’uscente. ha firmato tante interdittive

COMO Diffusione della cultura della legalità, rafforzamento delle strategie di prevenzione contro il rischio di infiltrazioni nella filiera delle costruzioni, tutela delle imprese sane e immediatezza dell’acquisizione dei dati per l’iscrizione nelle white list della Prefettura. Sono i contenuti essenziali del “Protocollo di Legalità Ance-Ministero dell’Interno“, recepito dalla Prefettura e da Ance Como, presentato ieri dal prefetto Andrea Polichetti e dal presidente della locale Associazione, Francesco Molteni. Un accordo che arriva in un momento particolarmente delicato per il settore, che risulta tra i più esposti al pericolo di infiltrazioni. Il protocollo, operativo sia per gli appalti pubblici che per quelli privati, permetterà alle imprese di acquisire, attraverso Ance Como, la documentazione antimafia per i propri fornitori o subappaltatori che operano nei settori più esposti al rischio di infiltrazioni mafiose, di ricevere il punteggio massimo nel “Rating di Legalità“, evitando di incorrere in rapporti contrattuali a rischio di interdittive antimafia. Per contro, le imprese aderenti si impegnano a stipulare contratti o sub contratti nel settore esclusivamente con soggetti di cui sia stata accertata l’insussistenza dei motivi ostativi. "La cooperazione con le imprese nella lotta contro le infiltrazioni criminali - ha dichiarato il prefetto Polichetti - si avvale da oggi di un ulteriore, importante strumento volto a tutelare la provincia dalle mire di chi intende realizzare profitti attraverso operazioni illegali, inquinando settori strategici, quale quello dell’edilizia. Grazie all’accordo, gli imprenditori potranno contare su una rete di protezione che li rende capaci di riconoscere e contrastare questi rischi". L’importanza del protocollo è stata sottolineata anche dal presidente di Ance Como Francesco Molteni: "Pur basandosi su una scelta libera delle aziende si inserisce in un percorso di collaborazione tra settore pubblico e privato per favorire il corretto svolgimento delle attività di impresa". Pa. Pi. ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?