Caldo (foto di repertorio)
Caldo (foto di repertorio)

Sondrio, 8 luglio 2018 - Caronte, l'anticiclone africano che da alcuni giorni attraversa il Mediterraneo, oggi domenica 8 luglio ha fatto sentire il suo torrido abbraccio anche a Valtellina e Valchiavenna, dove nel capoluogo si sono registrate temperature anche di 34 gradi con una percezione ancora maggiore per la popolazione. È stato un vero assalto ai fontanelli della città e alle panchine ai parchi e alle zone verdi in riva all'Adda e al lago di Novate Mezzola, alla ricerca di un po' di fresco. E l'acqua minerale sugli scaffali dei supermercati è il prodotto più gettonato.

Tanti, per cercare di sconfiggere il caldo, hanno cercato riparo all'interno dei centri commerciali e supermercati Iperal di Castione, Piantedo e Prata Camportaccio, quest'ultimo in Valchiavenna, dove è in funzione l'aria condizionata, approfittando anche dello shopping dei saldi estivi nei negozi aperti. E i parcheggi, invasi da auto più ore della giornata, sono stati la chiara testimonianza dell'afflusso elevato. Non sono mancati gli interventi di sanitari per anziani colpiti da malori per l'afa opprimente, mentre il traffico sulla statale 38 dello Stelvio, sin dalle prime ore della mattinata, è stato intenso per i turisti del weekend diretti nelle località in quota nella speranza di temperature meno soffocanti, rispetto alle città lombarde.

L'Ats della Montagna, intanto, invita la popolazione più anziana a evitare l'esposizione alle ore più calde della giornata, come pure nei momenti più caldi sono da rimandare le attività fisiche all'aperto per i giovani. Si attende, all'inizio della settimana, un clima meno "infuocato" almeno nella provincia più a nord della Lombardia