Berbenno (Sondrio), 27 febbraio 2018 - L'abbraccio della sua Valtellina per Arianna Fontana. Un pullman di una trentina di tifosi è partito per Malpensa con bandiere, striscioni e campanacci per accogliere all'aeroporto la campionessa di Berbenno, reduce da tre medaglie conquistate alle Olimpiadi in Corea. Oltre agli amici del Fan Club di Berbenno, c'era anche il sindaco del paese, Valerio Fumasoni. Con la delegazione di valtellinesi c'erano anche alcuni residenti in Val Malenco. "Arianna - ha ricordato il sindaco di Lanzada, Marco Negrini - ha mosso i primi passi sul ghiaccio di Lanzada con i colori della locale società sportiva. Si vedeva sin da quand'era ragazzina che aveva la stoffa per emergere". Per l'atleta un mazzo di fiori a nome dell'intera comunità. 

"Non mi aspettavo un'accoglienza da star - ha detto la campionessa olimpica e portabandiera dell'Italia - e un tifo da stadio. Grazie di cuore a tutti, vi ho sentiti vicini". In precedenza la Fontana, insieme alla compagna di nazionale Martina Valcepina, era stata accolta dai colleghi delle Fiamme Gialle in occasione dello sbarco allo scalo romano di Fiumicino con un volo proveniente da Seoul, in transito prima di proseguire con altro volo per Milano Malpensa. In aeroporto, ad attendere le due atlete, i colleghi del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, guidati dal Comandante, Gen. Raffaele Romano, insieme a quelli dello scalo aeroportuale romano, con il loro Comandante, Col. Ernesto Bruno. I finanzieri in servizio all'aeroporto avevano voluto festeggiarle con una torta. Su Instagram in serata il post con foto: "Sono nella mia bella Italia".