Mamma Valentina e il piccolo Alberto
Mamma Valentina e il piccolo Alberto

Villa di Tirano, 25 settembre 2019 - La voglia di donare una speranza chiama e Villa risponde generosa. Come sempre. Nasce dal cuore, dal desiderio di non far sentire sole le famiglie di bimbi malati e di contribuire alla ricerca l'evento benefico "Compleanno tra cielo e terra" svoltosi lo scorso fine settimana presso il polifunzionale e promosso annualmente dall'associazione "Alberto nel cuore" a favore del Comitato Maria Letizia Verga onlus in ricordo di Alberto Cavazzi, il bimbo leucemico di San Giacomo di Teglio scomparso il 21 gennaio 2015. Un piccolo che con la sua famiglia ha lottato tenacemente fino all'ultimo, ma senza purtroppo riuscire a trovare un donatore compatibile. Il suo solare sorriso però non andrà mai dimenticato ed oggi è divenuto il simbolo di una battaglia fatta di determinazione e tanto amore portata avanti con convinzione da mamma Valentina Capetti ed il marito Emanuele per cercare di contribuire a guarire più bambini possibili e non lasciare sconfiggere dal dolore le famiglie.

"Anche quest'anno un'ottima risposta. Tante persone hanno preso parte all'evento. Bisogna contribuire alla ricerca e sensibilizzare alla donazione del midollo osseo" - spiega Valentina con la tenacia e l'amore che solo chi ha sofferto possiede. L'iniziativa svoltasi in concomitanza con il compleanno di Alberto ha visto salire sul palco del polifunzionale diversi genitori che hanno raccontato la loro testimonianza. Alcuni con un filo di voce soltanto, ghermiti dall'emozione, perchè lottare è difficile, ma farlo insieme può essere meno faticoso. Storie di bimbi guariti e altre storie di bimbi che, invece, attendono ancora una speranza. Mamma Valentina ha invitato i presenti a recarsi sabato prossimo all'ospedale sondalino aperto in quella giornata per le tipizzazioni, accertamento necessario per diventare donatore.

Lo scorso anno l'evento "Compleanno fra cielo e terra" ha donato ben 15mila euro al Comitato Maria Letizia Verga onlus grazie alle svariate iniziative benefiche, ma ha portato aiuto con contributi economici anche a bimbi valtellinesi malati di leucemia. Alberto continua, dunque, ad aiutare tanti bambini nella sua medesima condizione e la risposta della comunità, anche quest'anno, è stata particolarmente calorosa: 300 persone alla cena di sabato, 400 al pranzo di domenica, 150 iscritti alla "Kolor Alberto" la gioiosa color run, corsa camminata non competitiva, per le vie di Villa che ha vinto anche la giornata di maltempo. Un evento reso possibile da tanti amici che stretti a mamma Valentina e papà Emanuele continuano ogni anno a donare speranza, fra questi la Polisportiva di Villa, i ragazzi dell'oratorio San Lorenzo, l'amministrazione comunale e tanti volontari. Una goccia in più nel mare magnum della ricerca a scardinare l'egoismo di chi utilizza fondi per ben meno edificanti progetti e a donare a chi ha davvero bisogno traguardi che si auspica riescano a cambiare l'esistenza di tanti piccoli che quotidianamente lottano contro la leucemia infantile.