Valdisotto, 9 luglio 2018 - Al via mercoledì 11 luglio, con un concerto omaggio a Rossini, al festival Pensieri Sonori, un festival che unisce culture, tradizioni e buona musica a Cepina, Valdisotto.
Sono 11 anni che il Comune ospita sotto il suo patrocinio, la masterclass internazionale di pianoforte “ Resonant Thoughts” e il festival della musica che si svolge per tutto il mese di luglio. Gli insegnanti della masterclass, vengono dall'America (Julia Amada Kruger e Buffy Currens) e dalla Russia (Victor Bunin e Nataliya Tchaikovskaya) e sono musicisti di fama internazionale che si esibiscono in occasione di importanti eventi presso scuole, teatri e organizzazioni mondiali in Cina, Giappone, Indonesia, Russia, Italia.

Grazie a questa loro presenza in diversi paesi la nostra masterclass viene promossa e raccoglie adesioni da parte di studenti stranieri provenienti da tutte le parti del mondo. Per il 2018 saranno presenti a Cepina dall'11 al 25 luglio giovani musicisti (con le loro famiglie) cinesi, giapponesi, americani e italiani che vivranno due settimane di studio intenso sui pianoforti collocati presso le scuole e l'Hotel Cepina, ma saranno anche due settimane di convivenza e condivisione di esperienze umane. Un “viaggio vacanza” a Valdisotto. Il festival della musica Pensieri Sonori collegato alla masterclass prevede, nel mese di luglio, 12 concerti dove il pianoforte sarà protagonista assoluto.

La manifestazione godrà quest'anno di un contributo del Bim a sostegno dei costi per i concerti che prenderanno il via, come detto, mercoledì 11 luglio, alle 21, con il concerto a quattro mani con Tiziana Di Loreto e Costanza Ruggeri in omaggio a Rossini. La serata inizierà con aperitivo e cena alle 18.45. “E' un segno dell'articolato percorso cui l'amministrazione ha dato avvio con l'apertura della sede Alta Valle della Scuola civica di musica, danza e teatro. Molti gli obbiettivi: offrire ai giovani possibilità di espressione artistica, alla popolazione momenti di spettacolo e di cultura altrimenti difficili da provare, al territorio un momento di apertura verso possibili nicchie di turismo intelligente e di qualità”