Il "gioiello" locale
Il "gioiello" locale

Gerola Alta (Sondrio), 11 settembre 2019 - Tutto pronto per la 51esima edizione della Sagra del Bitto in programma a Gerola Alta sabato e domenica. Dopo un agosto ritmato da tante iniziative a Gerola, settembre si caratterizza, come sempre, con una delle sagre dedicate al mondo contadino alpino più caratteristiche, significative e apprezzate di tutto il Nord Italia. Nel prossimo fine settimana la Pro loco, con Ecomuseo della Valgerola e l’amministrazione comunale organizzano la sagra del Bitto originario, di malga, il grasso d’alpe nato oltre mille anni fa sulle montagne orobiche spartiacque tra la Valtellina e il Lecchese. È l’evento pubblico di ringraziamento della comunità ai pastori, malgari, casari, che in questi giorni scendono al piano dopo avere trascorso tutta l’estate, da giugno, sui pascoli alti. Impegnati con le mandrie nella transumanza verticale, dormendo nelle malghe, inseguendo e “caricando”, utilizzando insieme al bestiame i pascoli più verdi anche nelle estati secche, arrivando fino alle terre alte, i prati e le radure che sono vicino alle vette.

Il bitto è un richiamo e a Gerola vengono in tanti; il programma della sagra prevede anche le attività di “Aspettando la Sagra del Bitto” con le visite guidate ai luoghi caratteristici. Dalle 14 alle 18 e dalle 20.30 alle 22.30 di sabato vengono proposti i tour nel centro storico di Gerola Alta, con visite nei musei etnografici, “La nostra storia”, “Il mulino della Maria”, “Le Casere del bitto”, “La Casa del Tempo”, l’antico telaio e la falegnameria. Dalle 14 alle 18 si avviano anche le visite guidate ai borghi più magici e curati, nelle frazioni di Fenile e Castello, raggiungibili tramite un servizio di navetta. Alle 17.30, nella sala conferenze, si svolgeranno le premiazioni del concorso Valgerola in un click, rassegna fotografica dedicata alla montagna mentre, alle 20.30, lungo le vie del paese, si svolgerà la sfilata del gruppo folcloristico i Giaroi presenti anche domenica prima della messa nella chiesa parrocchiale. Alle 11 ci sarà la benedizione del formaggio Bitto del 2019 seguito dal pranzo a base di polenta taragna al centro polifunzionale. Alle 14.30 si terrà la premiazione di casari, pastori, cascin e caprai di ogni alpeggio, con un riconoscimento speciale al “pastore più pesante”, dalle 15.30 le danze, le dimostrazioni di mungitura, di produzione casearia dei formaggi Bitto e Mascherpa di Gerola. La sagra si concluderà con la cena – dalle 19 – e con la serata danzante.