Invia tramite email Condividi Condividi su Instagram Effettua l'accesso col tuo utente QN Il Giorno Tutte le ultime notizie in tempo reale dalla Lombardia il Resto del Carlino Tutte le notizie in tempo reale dall'Emilia Romagna e dalle Marche Il Telegrafo Tutte le news di oggi di Livorno La Nazione Tutte le notizie in tempo reale dalla Toscana e dall'Umbria QuotidianoNet Tutte le ultime notizie nazionali in tempo reale Tweet Accedi al tuo account Clicca qui per accedere al tuo account WhatsApp Canale YouTube
Cronaca Sport Cosa fare

EDIZIONI

Abbonamenti

Leggi il giornale

Network

Quotidiano.net il Resto del Carlino La Nazione Il Giorno Il Telegrafo

Localmente

Codici Sconto

Speciali

A Bema attese 1.500 persone per la "Sagra dei Funghi"

I porcini al centro della rassegna in programma per domenica  9 settembre 

di MICHELE BROGGIO
Ultimo aggiornamento il 6 settembre 2018 alle 17:33
Funghi

Bema (Sondrio), 6 settembre 2018 - Tutto pronto per la “Sagra dei funghi” di Bema in programma per domenica 9 settembre.

Da oltre 30 anni la kermesse dedicata ai funghi allieta i palati più delicati con pranzo, preceduto da una funzione religiosa nella parrocchia del piccolo Comune, e cena ricchi di specialità a base di funghi porcini e prodotti tipici delle Valli del Bitto e della Valtellina. Il pranzo, servito a partire dalla 11.30, oltre ai funghi, delizierà i palati con prodotti tipici locali. Per la cena, servita a partire dalla 19.00, non mancheranno invece gli gnocchi fatti a mano con le famose e celebri patate di Bema.

«Questa sagra ha un importante significato per il nostro territorio – ha commentato il sindaco di Bema Marco Sutti - Questa manifestazione enogastronomica, nel corso degli anni, ha fatto conoscere il nostro comune in Valtellina e in Lombardia grazie alla squisitezza dei funghi raccolti, in gran numero, proprio nei nostri boschi». Lo scorso anno, complice il maltempo, la sagra non aveva, purtroppo, registrato i soliti numeri ma, quest’anno, nel piccolo Comune delle Valli del Bitto sono attese oltre 1.500 persone. «Siamo pronti ad accogliere, con i nostri squisiti piatti, tutti i turisti che verranno a farci visita», conclude il primo cittadino.   

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.