Bresso (Milano), 23 gennaio 2018 - Adriano Longo è il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni comunali di Bresso: Longo, nato a Milano 60 anni fa e residente in città dal 1982, è pensionato dopo essere stato progettista meccanico e capocantiere. A decidere la sua candidatura sono stati gli attivisti grillini locali, che si ripropongono alle urne cittadine dopo la prima esperienza del 2013. Quindi, dopo Simone Cairo, per la coalizione delle civiche e del centrodestra, e Ugo Vecchiarelli, sindaco uscente per il centrosinistra, anche i pentastellati bressesi scendono in campo agguerriti e pronti per la sfida delle amministrative. "In questi ultimi anni abbiamo lavorato molto, abbiamo organizzato diversi incontri con la gente e siamo un bel gruppo - dice il candidato Longo -. Ringrazio, prima di tutto, il gruppo di attivisti che mi ha scelto e i cittadini che mi hanno già dimostrato il loro sostegno per le strade. Una cosa è certa: noi ci siamo, senza alleanze".

Il programma elettorale è “working in progress” ma le idee sono già chiare: "Sarò un sindaco a tempo pieno - continua il candidato -. Non sarò un sindaco chiuso in municipio: starò in ufficio il minimo indispensabile, preferisco stare tra la gente di Bresso. Questo vale anche per gli assessori, che saranno scelti prima delle elezioni". Di certo, Adriano Longo continuerà la battaglia, che lo vede protagonista come grillino da diversi anni, contro la vasca di laminazione nel Parco Nord e contro la metrotranvia “Milano-Bresso-Desio-Seregno”.

La priorità assoluta, però, sembra essere "il risanamento dei conti comunali - conclude -. C’è un eccessivo indebitamento del Comune con troppi mutui aperti: ne abbiamo contati oltre 190, di cui 10 nel 2017. È come se ogni cittadino, e siamo in 26mila, avesse un debito di circa mille euro: bambini compresi. La prossima legislatura sarà importante per la nuova gestione, per esempio, del centro sportivo di via Deledda e del servizio mense. Infine, ci sono i rifiuti urbani; secondo noi, tutti questi devono essere riciclati per migliorare l’ambiente".