Paderno Dugnano (Milano), 12 maggio 2018 - "Buongiorno e che piacere conoscervi, siamo i nuovi vicini di casa...". Così, con grande creatività e studio dei dettagli (sapevano di un appartamento vuoto nella palazzina), una coppia di giovani è riuscita a truffare due anziani. Portandosi via un bottino di oltre 2.500 euro tra contanti e gioielli. È successo in piena mattina, in via 25 Aprile. I due malviventi bussano alla porta della coppia di ultraottantenni e si presentano come i nuovi vicini, desiderosi di fare conoscenza. "Abbiamo comprato ma entreremo dopo aver fatto dei lavori – dicono – volevamo chiedervi alcune informazioni...". Detto, fatto. I due coniugi aprono la porta e fanno acccomodare gli sconosciuti. Qui la recita prosegue, tra un mare di fandonie e la richiesta di poter guardare bene tutte le stanze. L’occhio lungo dei delinquenti non fallisce.

Con una scusa, uno riesce a portare da un’altra parte le due vittime designate e l’altro arraffa quanto di proprio interesse. "Arrivederci e a presto...". Agli anziani, scoperto l’inganno, non è rimasto altro che chiedere aiuto e poi sporgere denuncia ai carabinieri. È andata meglio invece alla donna di 65 anni che ha ricevuto la telefonata di un finto avvocato: "Suo figlio ha causato un grave incidente, ci vogliono 3.800 euro per non fargli passare guai seri... verrà un nostro incaricato a prenderli". La donna ha mantenuto la freddezza, ha capito che qualcosa non tornava e ha chiamato subito il figlio, scoprendo l’inganno e avvisando i carabinieri. Il truffatore poi, intuendo a sua volta di aver fallito, non si è presentato al ritiro dei soldi.