I carabinieri
I carabinieri

Paderno Dugnano (Milano), 4 agosto 2019 - Ha rischiato di finire in tragedia la rapina in villa consumata nel pomeriggio di ieri tra le abitazioni di una tranquilla via di Paderno Dugnano, grosso comune dell’area Nord di Milano. Due balordi a bordo di uno scooter si sono presentati davanti al cancello di una casa in via Piaggio, che è anche sede di una ditta di traslochi. Con una scusa, i due si sono fatti aprire e, una volta all’interno, hanno minacciato e rapinato la famiglia che era in casa. Sono stati momenti carichi di tensione e una bambina è rimasta ferita, fortunatamente in maniera non grave, a un piede.

Quando i due malviventi hanno suonato al cancello, la compagna del titolare dell’impresa, una donna di 36 anni che si trovava in casa insieme alla figlioletta di 11 anni, ha aperto pensando che si trattasse di due collaboratori della ditta. Invece, dopo pochi istanti si è trovata di fronte i rapinatori e si è vista minacciare con due coltelli. Mentre uno dei due malviventi la teneva sotto controllo, il complice è sceso nel seminterrato della villetta, dove il padrone di casa, un uomo di 49 anni, stava eseguendo alcuni lavori. Anche lui si è trovato sotto la minaccia del coltello ed è stato costratto dal bandito a consegnare denaro contante per circa 10 mila euro. L’uomo ha ceduto senza opporre resistenza, ben sapendo che il complice del rapinatore si trovava al piano di sopra tenendo in ostaggio la donna e la bambina.

Il colpo è durato pochissimo tempo e proprio quando sembrava che i due malviventi potessero fuggire senza problemi, qualcosa è andato storto. Mentre uno dei due balordi prendeva il denaro, il complice è uscito ed è saltato in sella allo scooter, ma è stato visto da alcuni vicini di casa, che dopo aver chiamato i carabinieri si sono precipitati in strada cercando di bloccarlo. Il motociclista ha cercato allora di speronarli, ma non riuscendo ad avere la meglio, ha preferito fuggire, lasciando a piedi il complice con il bottino. Una pattuglia dei carabinieri di Paderno Dugnano che si trovava nella zona è arrivata sul posto prima ancora che il bandito riuscisse a uscire dalla villa: l’uomo, un milanese di vent’anni, è stato immobilizzato e arrestato. Il bottino è stato restituito alla famiglia ed è stato recuperato anche il coltello con una lama di circa 20 centimetri. Non è stato ancora possibile accertare le modalità che hanno portato al ferimento della bambina,che ha riportato un lieve taglio a una caviglia. Gli inquirenti escludono che sia stata ferita da uno dei coltelli, potrebbe invece essersi fatta male mentre cercava riparo.

I carabinieri stanno ora cercando di individuare anche il complice del bandito arrestato, anche lui presumibilmente italiano.