Antonella Deiana quando cercava il fratello Antonio
Antonella Deiana quando cercava il fratello Antonio

Cinisello Balsamo, 20 Giugno 2019 - Il gup del Tribunale di Monza Pierangela Renda ha condannato a 30 anni di reclusione con il rito abbreviato Luca Sanfilippo, il 47enne di Cinisello Balsamo arrestato lo scorso luglio dopo essersi autoaccusato per la morte di Antonio Deiana, il 36enne di Villa Guardia, nel Comasco, accoltellato il 20 luglio 2012 e il cui corpo è stato trovato 6 anni dopo murato sotto il pavimento della cantina della casa di Sanfilippo in via della Pila.

La giudice ha accolto la richiesta di pena del pm della Procura di Monza Carlo Cinque, titolare delle indagini, per l'imputato di omicidio volontario premeditato e soppressione di cadavere. Al processo si è costituita parte civile la sorella della vittima, ottenendo una provvisionale sul risarcimento dei danni di 10mila euro. L'1 luglio verrà invece processato al dibattimento davanti ai giudici della Corte di Assise di Monza per le stesse accuse Nello Placido, 45 anni, monzese, ritenuto dagli inquirenti il mandante e il vero autore del delitto e arrestato a novembre, ma che si protesta innocente.