Luca Marziano, lo studente 15enne dei Salesiani
Luca Marziano, lo studente 15enne dei Salesiani

Sesto San Giovanni (Milano), 27 agosto 2018 - Non solo una messa di suffragio, ma anche una borsa di studio dedicata alla memoria di Luca Marziano, lo studente 15enne dei Salesiani, scomparso in un incidente stradale in Francia all’inizio del mese. «Perché l’impegno e la voglia di vivere di Luca possano andare oltre la sua morte, la scuola e la famiglia promuovono una raccolta fondi per l’istituzione di una borsa di studio per uno o più studenti meritevoli - annuncia don Elio Cesari, direttore delle Opere Sociali Don Bosco -. Il ricavato di tale raccolta consentirà agli alunni più poveri e più meritevoli della scuola salesiana di Tonj, in Sud Sudan, di proseguire gli studi». Il destinatario di questa prima borsa di studio, intitolata alla memoria di Luca, potrà iscriversi e quindi conseguire il diploma di infermiere presso la scuola professionale di Juba, capitale del Sud Sudan. Il “premio” comprende l’iscrizione ai corsi, frequenza, vitto e alloggio per la durata dell’intero corso, vale a dire quattro anni. Le offerte potranno essere devolute direttamente agli incaricati ai Salesiani, alla famiglia, oppure potranno essere eseguite tramite bonifico bancario, utilizzando l’iban IT25 R033 5901 6001 0000 0128 592 intestato ad Associazione Tonj Project Onlus con causale Borsa di studio Luca. Il funerale di Luca avrà luogo mercoledì alle 15 a Concorezzo, dove abitava insieme alla famiglia. Insieme ai genitori e alla sorella maggiore, è rimasto vittima di un terrificante schianto mentre percorrevano l’autostrada A54 all’altezza dell’uscita Nimes-Garons, a Sud della Francia. Per un rallentamento del traffico davanti a loro, la famiglia Marziano aveva decelerato, ma alle loro spalle è piombato un tir che è andato a schiacciarli contro il camion di fronte. Luca è morto sul colpo, mentre i suoi familiari sono rimasti feriti. Luca, 15 anni, andava a scuola ai Salesiani di Sesto e aveva appena terminato il primo anno del Centro formazione professionale elettrico. «Un bravo ragazzo, umile, che si impegnava tanto», così lo ricorda don Elio. «A settembre celebreremo una messa di suffragio a scuola - conclude il direttore dell’istituto -. Abbiamo 2.500 studenti, dobbiamo tentare di dare un senso a questa tragedia».