l'ultimo spettacolo a Cascina Gatti
l'ultimo spettacolo a Cascina Gatti

Sesto San Giovanni (Milano), 25 giugno 2019 – Per la festa di San Giovanni sono tornati i fuochi d'artificio e la città ha risposto con 4mila persone, secondo i dati della Questura. La chiusura della festa patronale si è tenuta a Cascina Gatti, dove sono andati in scena diversi appuntamenti quasi quanto nel centro storico. "Avevamo espressamente chiesto alla Proloco che la manifestazione toccasse tutti i quartieri, anche quelli che lo scorso anno non erano stati coinvolti come la Pelucca – sottolinea l'amministrazione -. Le iniziative sono state tutte partecipate, piazza Petazzi si è sempre riempita di famiglie e ringraziamo per l'enorme lavoro la Proloco e i numerosi sponsor che hanno reso possibile gli spettacoli".

Il Comune ci ha messo 10mila euro per un palco mobile, che ha attraversato i diversi rioni. Risorse del settore Cultura che non hanno mancato di suscitare polemiche. Così come polemiche si sono sollevate soprattutto dal fronte degli animalisti per i fuochi pirotecnici. "La Festa di San Giovanni è cresciuta di giorno in giorno. In piazza Petazzi il palco mobile è diventato una grande vetrina delle numerose eccellenze cittadine nei settori della danza del canto e delle coreografie. Spesso sono godute da pochi in locali chiusi – commenta la Proloco. Invece, in queste settimane molti cittadini hanno potuto ammirare e applaudire le tante ballerine che si formano nelle scuole e nelle palestre sestesi e godersi spettacoli e musica dal vivo".

Una manifestazione, "SeSTO in piazza", lunga tre settimane e non ancora conclusa. L'ultimo appuntamento è infatti in programma venerdì 28 giugno in Villa Visconti d'Aragona, dove alle 21 ci sarà il tradizionale "Premio La Torretta Città di Sesto San Giovanni" a cura della Banca di Credito Cooperativo, che premierà associazioni e personalità che si sono distinte nel corso dell'anno.