Il gazebo dei volontari della Pro Loco di Cinisello
Il gazebo dei volontari della Pro Loco di Cinisello

Cinisello Balsamo (Milano), 27 maggio 2020 - In origine c’è stata la distribuzione gratuita nei negozi, poi quella porta a porta, durante il lockdown. Ora è tempo dei gazebo delle associazioni, per provare a diffondere ulteriormente la distribuzione di mascherine per i cittadini. Da oggi, in diversi punti della città saranno presenti i gazebo dei volontari per la distribuzione di mascherine alla popolazione. In questa occasione sono impegnati il gruppo dell’Associazione Nazionale Carabinieri, della Guardia di Finanza in congedo, affiancati dai Bersaglieri, dal gruppo Alpini Ana, dai cinofili della Protezione Civile e dai volontari della Pro Loco. Le postazioni mobili dei volontariati saranno sparse nei diversi quartieri e nei punti di maggior passaggio di cittadini per distribuire piccole confezioni con mascherine usa e getta.

Dall’inizio del’emergenza coronavirus, l’amministrazione comunale ha già distribuito tra i cittadini oltre 100mila dispositivi di protezione usa e getta. Nelle prime settimane si era verificata una vera corsa alle mascherine, che erano introvabili nei negozi e in farmacia. Ciò aveva provocato anche molte polemiche per i metodi di distribuzione scelti dal Comune, che in un primo momento si era rivolto solamente ad alcuni negozi affidandogli il compito di diffonderle tra i cittadini. Oggi molte persone e aziende si sono attrezzate autonomamente facendo scorta, tuttavia esiste una vasta fascia della popolazione, soprattutto anziana, che fatica ad approvvigionarsi. Nelle prossime settimane è atteso un rifornimento di circa 85mila mascherine che verranno messe a disposizione gratuitamente di tutti i cittadini attraverso forme di distribuzione diffusa come quella promossa dai volontari cittadini.