Giuseppe Nicosia, presidente della onlus
Giuseppe Nicosia, presidente della onlus

Sesto San Giovanni (Milano), 25 maggio 2020 -  Tamponi a tutti gli ospiti e test sierologici, su base volontaria, per i dipendenti. Fondazione La Pelucca si prepara alla Fase2, continuando gli interventi per la sicurezza degli anziani e degli operatori sanitari. "Possiamo dire che la situazione va normalizzandosi. Nei reparti coinvolti si contano 19 guarigioni cliniche, 10 guarigioni con doppio tampone negativo, 20 ospiti mai interessati e 1 solo sintomatico", ha fatto sapere il presidente della onlus Giuseppe Nicosia. Dopo il blocco totale all’interno delle strutture di via Campanella e Boccaccio, con l’alt a tutti i fornitori e professionisti esterni, sono state riprese le attività di fisioterapia anche nei reparti ancora in isolamento e sta riprendendo l’attività della parrucchiera nei reparti non blindati. "Per quanto riguarda il personale, siamo stati autorizzati a effettuare lo screening sierologico su base volontaria che sarà avviato dai prossimi giorni", annuncia Nicosia.

La casa di riposo sta progettando la riapertura alle visite dei parenti degli ospiti. Così, per incrementare la sicurezza in vista di una possibile parziale riapertura alle visite nei prossimi mesi, in base alle indicazioni di Ats e all’evolvere della situazione sul territorio, sarà utilizzato uno scanner termico professionale per monitorare l’ingresso della Fondazione. "Vorrei rivolgere il mio grazie per la generosa donazione del Governatore del Distretto Rotary 2041, la dottoressa Simonetta Tiezzi, preannunciata il 21 maggio durante l’incontro del Rotary Club Milano Manzoni Studium e Milano Nord a cui siamo stati invitati a partecipare in videoconferenza". Il Governatore e il Presidente del Club, Vito Tantalo, hanno deciso di inserire la preziosa donazione all’interno delle numerose azioni messe in atto per contrastare questo difficile periodo pandemico. "Questa concretezza rotariana – ricorda il Governatore - si configura come un’emblematica azione di promozione della vision della Rotary Fundation Internazionale di connettere il mondo".

La Fase 2 ha riportato nella onlus anche i cantieri, che erano stati sospesi a causa dell’emergenza sanitaria. In settimana, infatti, è stato attivato il nuovo impianto fotovoltaico, che era stato installato sul tetto della sede centrale di via Campanella prima del lockdown, così da testarne la produzione di energia in vista dell’inaugurazione ufficiale che si terrà quando lo consentiranno le disposizioni.