Tamponi eseguiti al drive-in
Tamponi eseguiti al drive-in

Cologno Monzese (Milano), 31 agosto 2020 - Due nuovi morti a Cologno Monzese e sedici bressesi, positivi al Covid, nelle residenze sanitarie per anziani. Si torna a morire nel Nord Milano a causa del virus, proprio nelle città dell’hinterland che sono state tra le più colpite dall’inizio della pandemia. 

A renderlo noto è stato lo stesso sindaco colognese Angelo Rocchi in un report ormai settimanale e non più quotidiano. I colognesi attualmente positivi sono quattordici. Erano dodici sette giorni fa. Sale anche il numero delle vittime: sono 115, due in più rispetto a venerdì scorso. «A loro va un pensiero commosso da parte di tutta la città e condoglianze sentite ai cari – ha commentato il sindaco -. Nessun cittadino risulta per ora ricoverato». 

Cologno, da quando l’emergenza sanitaria ha iniziato crescere, è sempre stato tra i Comuni più colpiti, subito dopo i capoluoghi della Lombardia. Anche nel dashboard della Regione, aggiornato a ieri, si attesta tra i primi 10 municipi per contagi (a ieri 573 dall’inizio della pandemia) con un rapporto tra il numero della popolazione e il numero di contagiati dell’1,20% rispetto a una media regionale dello 0,81% e rispetto alla percentuale del capoluogo milanese dello 0,83%. 

Più alto, nell’hinterland, solo Bresso con l’1,37% e, a ieri 4 casi in più dal 19 agosto (360 casi in totale da inizio emergenza). Il sindaco Simone Cairo ha relazionato sabato sui dati. «In riferimento agli ultimi cittadini risultati positivi, due sono rientrati da vacanze in Sardegna e uno è rientrato da un viaggio in Spagna. Sono tra le persone che in queste settimane vengono controllate al rientro dai viaggi, testimonianza dell’impegno nel cercare di monitorare e isolare chi può essere positivo e arriva da Paesi a rischio», ha sottolineato. 

A Bresso le persone che hanno perso la vita sono 71 e i guariti 264. «Attualmente i residenti nella nostra città ancora positivi al Covid sono 24: 16 si trovano in diverse Rsa e 8 presso il proprio domicilio. Nessuno è ricoverato», ha continuato Cairo. Che ha lanciato anche un appello alla cittadinanza rispetto ai temi della prevenzione e all’attenzione nei comportamenti da mantenere ora che riapriranno attività lavorative, scolastiche ed esercizi commerciali dopo il periodo di ferie agostano. «Nei prossimi giorni, per molti riprenderà la normale vita lavorativa e sociale. Ricordiamoci tutti di rispettare quotidianamente le buone regole: distanziamento, uso della mascherina, pulizia e igiene personale».

Percentuali più basse negli altri Comuni del Nord Milano: Paderno Dugnano registra un indice dello 0,99% tra popolazione e numero di contagiati (460 casi da inizio pandemia), Cinisello Balsamo lo 0,90% (680 contagiati), Sesto San Giovanni lo 0,68% (550 casi). Nel resto dell’hinterland Abbiategrasso si attesta al’1,04% (339), Rho allo 0,96% (485), Pioltello allo 0,89% (329).