La manifestazione dei contrari

Cologno Monzese (Milano), 11 giugno 2018 - Alla fine i figuranti della rievocazione storica riferita alla Seconda Guerra Mondiale hanno dovuto battere in ritirata dinanzi alle proteste dell’Anpi e dei gruppi di Sinistra, ma soprattutto dinanzi all’indifferenza dei colognesi.

Domenica  pomeriggio, con un certo anticipo rispetto al programma, gli attori che per due giorni hanno messo in scena la rievocazione di un villaggio di guerra, con tanto di soldati nazisti, crocerossine, tende da campo e mitragliatori schierati, hanno smontato e lasciato la città. Contemporaneamente, in piazza XI febbraio, sotto l’occhio delle forze dell’ordine, è andata in scena l’ennesima manifestazione. Un presidio animato dal centro sociale Casa in Movimento, di Cologno. Gli attivisti hanno alternato la lettura di brani della Resistenza a momenti di flash mob con l’esposizione di cartelli. Il messaggio scelto contro la giunta che ha organizzato la rievocazione nazista era forte e chiaro: «Cologno Resiste».