Cinisello Balsamo (Milano), 12 marzo 2018 – Era atteso da quasi 20 anni. Finalmente partirà, mercoledì 14 marzo, il piano di messa in sicurezza degli oltre 200 platani  lungo lo spartitraffico del viale Fulvio Testi, tra sesto San Giovanni e Cinisello. Il lavoro è così “colossale” che sarà necessario procedere al restringimento della carreggiata almeno fino alla prima metà di aprile. Si parte mercoledì con il tratto compreso tra l'incrocio sestese con via Clerici e quello cinisellese con via Ferri. I tecnici procederanno a restringere la carreggiata verso verso Milano tra le 9,30 e le 16, mentre restringeranno la carreggiata sul lato opposto (verso Monza) tra le ore 9 e le ore 16. Si lavorerà anche la domenica dalle ore 8 alle 13 in entrambe le direzioni.
A partire dal 19 marzo si comincerà a lavorare anche sul tratto cinisellese, tra via Ferri e via Cantù (Brico Center) . L'avvio dell'attività, svolta in collaborazione con Ersaf, segna anche l'inizio di una nuova fase che supera le semplici logiche manutentive ed entra in una nuova dimensione di riqualificazione completa della zona a verde compresa tra le carreggiate. Oltre alla potatura degli alberi alti fino a 15 metri, sarà necvessario abbattere 14 platani ormai morti.

Una volta terminata, entro la metà di aprile, la messa in sicurezza dei platani, l'area centrale di viale Fulvio Testi sarà riallestita con varie essenze autoctone certificate, appositamente selezionate mediante caratteristiche tecniche atte a perseguire obiettivi ambiziosi. Lo scopo infatti di questo intervento è di individuare la struttura d'impianto in grado di massimizzare l'assorbimento di inquinanti come PM2,5, PM10, Ozono e Ossidi di Azoto.

"Un intervento dal carattere innovativo e sperimentale, della durata di cinque anni e con uno stanziamento di oltre 900 mila euro da parte dell'Amministrazione comunale - ha dichiarato Siria Trezzi, sindaco di Cinisello Balsamo - che ha un duplice l'obiettivo: mettere in sicurezza un tratto di strada tra i più trafficati della Lombardia e nello stesso tempo riqualificare il verde in modo funzionale al contesto urbano per migliorarne la qualità ambientale".

"Per il nostro Ente la SP 5 Villa di Monza è un'infrastruttura di notevole importanza; ritengo che l'innovativo accordo con Ersaf sia un segnale molto positivo in termini di sensibilità ambientale perché porterà dei risvolti importanti anche per la salute dei cittadini" dichiara Arianna Censi, vicesindaca della Città metropolitana di Milano.