Cinisello Balsamo (Milano), 5 settembre 2018 - I temporali che si sono abbattuti negli ultimi giorni sul Nord Milano non hanno messo in ginocchio solo la Parco dei Fiori, scuola primaria di Cinisello Balsamo immersa nel parco di via Guardi, ma hanno creato problemi e alcuni danni anche in altri edifici scolastici cinisellesi che tra poco riapriranno le loro porte per accogliere studenti e personale per l’inizio del nuovo anno scolastico.

Anche il maxi plesso del Parco Nord Milano, in via Gorki, ha risentito delle piogge dei giorni scorsi. Il vento ha mandato in frantumi alcuni vetri in più parti della struttura (dove trovano casa il liceo Casiraghi e gli istituti Montale e Cartesio, per un totale di quasi 5mila persone tra studenti, docenti e personale) e alcuni locali si sono allagati perché il tetto ormai non regge più il peso dell’acqua. La scuola del parco è ancora in attesa dei fondi e degli interventi di Città Metropolitana: nei giorni scorsi gli agenti della polizia locale di Cinisello Balsamo sono persino dovuti intervenire per mettere i sigilli a uno degli ascensori del Casiraghi (quello del Nucleo 4), fuori uso ormai da tempo e pericoloso, in quanto necessita di urgenti opere di manutenzione, ordinaria e straordinaria.

La prima campanella del nuovo anno scolastico è dietro l’angolo, dunque, ma i problemi restano. Sul calare della passata stagione i dirigenti scolastici avevano bussato con insistenza alle porte di Palazzo Isimbardi per chiedere interventi urgenti: Città Metropolitana aveva risposto che da lì a breve sarebbe stato pubblicato un bando su scala provinciale, ma a oggi i soldi ancora non ci sono.

Alla Parco dei Fiori invece la situazione dovrebbe tornare alla normalità già nei prossimi giorni. Il primo cittadino di Cinisello, Giacomo Ghilardi, ha assicurato alle famiglie degli studenti iscritti che la struttura riaprirà regolarmente. Sul cancello del piccolo istituto che si trova nel cuore del Parco della Pace ci sono ancora gli avvisi e si vedono ancora tracce del nastro posto dagli agenti della polizia locale e dai tecnici comunali. Ma già da ieri gli addetti ai lavori sono entrati in azione per eliminare le infiltrazioni d’acqua che sono permeate nelle aule e negli spazi comuni (soprattutto all’ingresso). È previsto anche che venga fatto uno screening per capire se la scuola necessita di nuovi interventi di messa in sicurezza o di manutenzione straordinaria, da calendarizzare tra quelli che la passata amministrazione comunale aveva già messo in cantiere. «L’inizio dell’anno scolastico non è assolutamente a rischio», ha ribadito il primo cittadino, Giacomo Ghilardi. «Siamo intervenuti con prontezza presso la scuola Parco dei Fiori in quanto, a causa del maltempo, si sono verificate delle infiltrazioni a cui porremo rimedio in questi giorni», le parole subito dopo la chiusura dello stabile.