Il neo-sindaco Ghilardi ha battezzato il condominio
Il neo-sindaco Ghilardi ha battezzato il condominio

Cinisello Balsamo (Milano), 9 luglio 2018 - Il primo condominio stellato di Cinisello Balsamo si trova in via Savonarola al civico 8 ed è a impatto ambientale zero. Sabato mattina si è tenuta la cerimonia di consegna della targa, relativa alla certificazione del complesso residenziale che ha conseguito il riconoscimento delle 6 stelle per le sue elevate caratteristiche qualitative e abitative. Il bollino di qualità è stato rilasciato dalla società Seven Stars srl di Milano sulla base di un sistema innovativo di classificazione e certificazione, messo a punto dal Politecnico di Milano: al massimo si possono attribuire 7 stelle sulla base di 64 indicatori ambientali, economici e sociali.

Il nuovo  e innovativo sistema di valutazione ha già trovato applicazione in 40 condomini delle province di Monza e Milano, Bergamo, Cremona e in altre città del Nord Italia. La Residenza Savonarola, costituita da soli 8 appartamenti e 11 autorimesse, è stata progettata dallo studio associato De Simone di Paderno e realizzata dalla Edilman di Cusano Milanino, guidata da Alessandro Manzatto. Un progetto made in Nord Milano che coniuga benessere ambientale a quello dell’abitare: una zona fitness attrezzata completa le dotazioni della costruzione insieme alla videosorveglianza con schermo led tv 40 pollici e tv condominiale oltre a una scenografica cascata d’acqua di benvenuto.

L’analisi, svolta dall’architetto Stefano Bellinzona in qualità di certificatore, ha messo in evidenza soprattutto le caratteristiche energetiche e impiantistiche dell’immobile di ultima generazione. L’altra mattina la targa è stata posata dalla ditta costruttrice insieme all’amministrazione, in una delle prime uscite pubbliche del neo sindaco Giacomo Ghilardi, presente in via Savonarola insieme agli assessori Maria Gabriella Fumagalli e Riccardo Visentin. «Soluzioni abitative di questo livello sono un vanto per tutta la città. La concezione del condominio, vissuto come comunità solidale, è un valore aggiunto per il buon vivere», ha commentato l’assessore Fumagalli. Tra le nuove tecnologie della palazzina, costruita in classe A+, spicca la geotermia con sonde a 100 metri di profondità sotto terra mediante rototrivellazione, pompa di calore geotermica da 16 kw, deumidificatore, solare termico, fotovoltaico in copertura e in facciata in vetro, riscaldamento e raffrescamento a pannelli radianti a pavimento, il tutto per emissioni pari allo zero.