Il sogno del metrò a Bresso si avvicina
Il sogno del metrò a Bresso si avvicina

Bresso (Milano), 15 giugno 2019 - Si inizia a correre, per allungare la linea lilla del metrò verso Monza da un lato  e per accelerare i tempi per lo sbinamento dall’attuale capolinea Bignami verso le città di Bresso, Cusano Milanino e Cinisello Balsamo dall’altro. In l’autunno sarà pronto lo studio di fattibilità per la diramazione dei due binari verso il campovolo bressese. A disposizione ci sono ora 200mila euro: 100mila di questi sono stati finanziati dal governo poche ore fa, all’incontro tecnico del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, alla presenza dei Comuni interessati dall’opera.

Nel gennaio 2020 arriverà il progetto definitivo per il tratto principale che sale verso Cinisello e la città brianzola, già approvato e finanziato per 1,2 miliardi di euro; all’interno delle planimetrie ci sarà, a sua volta, la progettazione del manufatto, o struttura di diramazione, che permetterà ai convogli di svoltare verso Bresso, Cusano e Cinisello e quindi rientrare. Nel giro di sette o otto mesi le idee saranno molto chiare sul nuovo collegamento sotterraneo tra la metropoli milanese e il suo hinterland settentrionale. Un buon settore del Nord Milano avrà la sua metropolitana. Questo progetto di sviluppo della lilla verso nord sarà una realtà concreta e non più un sogno. Come ha sempre invocato Stefano Buffagni, prima come consigliere regionale e da un anno come sottosegretario del Movimento 5 Stelle agli Affari Regionali del governo. «Il tavolo convocato al Ministero è stato molto positivo – inizia il bressese Buffagni –. Ho voluto dare un’accelerazione procedurale per il tratto verso Monza. Tutti i Comuni interessati sono rimasti soddisfatti. Con loro abbiamo condiviso il percorso e accelerato sulla tempistica del progetto dello sbinamento che consentirà a chi vive in territori dimenticati di avere la possibilità di muoversi più agevolmente».

La metropolitana a  Bresso sembrava un’opera infrastrutturale impossibile fino a un paio di anni fa. Non per Buffagni. Con il raddoppio delle risorse economiche, la fattibilità di un tracciato tra Bresso e Cinisello Nord (con un probabile capolinea nel quartiere di Sant’Eusebio) diventa più che realizzabile. Si vedrà quale delle quattro opzioni, presentate dallo stesso sottosegretario nella sala consiliare del municipio bressese pochi mesi fa, sarà la più realistica: «Sto lavorando sodo per arrivare a questo obiettivo – conclude Buffagni –. Collocare il manufatto della diramazione verso Bresso nel progetto della Lilla è un successo. Un grande passo verso la realizzazione del progetto è il finanziamento del secondo step dello studio di fattibilità. Come sempre il Movimento 5 Stelle è in prima linea per realizzare infrastrutture sostenibili e utili per i cittadini».