di Luca Zorloni

Cusano Milanino, 15 marzo 2013 - La metrotranvia Milano-Desio-Seregno è considerata un’opera «necessaria» per Expo ma con molta probabilità entro l’1 maggio 2015 sarà pronta solo a metà. È una questione di date. Giovanni De Nicola, assessore ai Trasporti della provincia di Milano, mercoledì ha incontrato gli attori che finanziano l’opera di riqualificazione della linea attuale - Comuni, Province, Regione, Provveditorato interregionale per le opere pubbliche e l’azienda che si è aggiudicata l’appalto, cioè la Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna (Cmc) - e ha rassicurato sull’avanzamento del progetto: «I cantieri saranno aperti prima dell’estate». Alcuni sindaci però sono scettici.

Il contratto con Cmc dovrebbe essere firmato entro fine mese. Secondo il primo cittadino bressese, Fortunato Zinni, «dovrebbero poi trascorrere quattro mesi per il progetto esecutivo, ma potrebbe volerci ancora più tempo, perché bisogna definire la questione dei sottoservizi e degli espropri». Durante l’ultimo consiglio comunale, inoltre, il sindaco leghista di Cusano Sergio Ghisellini aveva riferito che «secondo i tecnici della Cmc, i lavori potrebbero partire a gennaio 2014».

«L’obiettivo è di concludere l’opera prima di Expo ­ribadisce De Nicola ma se non ci riusciremo, faremo di tutto perché almeno una tratta sia operativa». Il tracciato della metrotranvia è infatti diviso in due blocchi. Il primo è a binario doppio, lungo 5,6 chilometri, e collega Milano, zona Parco Nord, al rione Calderara di Paderno. Dove è collocato l’interscambio da cui parte la seconda tratta, 8,7 chilometri a binario unico fino a Seregno. Per non disattendere le aspettative sulla consegna per Expo insomma, il piano B della Provincia della Milano consisterebbe nell’inaugurazione di metà dell’opera. Difficile stabilire quale tra le due, se il tratto nord (Calderara-Seregno), più lungo, o quello sud (Calderara-Milano) che è sì più breve ma riserva comunque delle asperità di progetto, come l’intervento al sottopasso dell’autostrada al confine tra Bresso e Cusano. Tocca a Cmc, che ha vinto l’appalto prospettando l’esecuzione dei lavori di 28 mesi, spiegare in quanto tempo porterà la metrotranvia nel Nord Milano. E se non tutta, almeno metà.

[email protected]

Twitter: @Luke_like