Emergenza Covid a Milano
Emergenza Covid a Milano

Milano, 20 novembre 2020 - Cala l'indice Rt in Italia. Ma non basta. L'obiettivo è riportare la situazione sotto controllo. "Abbiamo l'indicazione di un 
Rt che sta decrescendo - ha detto presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro -. Sappiamo che l'incidenza segue a distanza di qualche giorno. Dobbiamo guardare con grande attenzione i dati per capire se inizia una decrescita rapida. Certamente fino a che non ci sono chiari segni di decrescita sotto una certa soglia, che consenta il tracciamento sistematico, diventa difficile ipotizzare un rilassamento delle misure". 

Va in questa direzione la scelta del Ministro della Salute, Roberto Speranza, che oggi ha firmato un'ordinanza, con cui si rinnovano le misure relative a 6 Regioni, tra cui proprio la Lombardia: niente allentamenti delle misure per il momento. Rimandato un avvio verso l'arancio per la Lombardia, che resta 'rossa' fino al 3 dicembre. "Vediamo un'Italia monocolore, l'epidemia colpisce tutto il Paese" ha detto Brusaferro, in merito all'analisi dei dati del monitoraggio regionale della Cabina di Regia su Covid-19.  "Non possiamo cantar vittoria perché l'indice Rt è ancora sopra 1 e i nuovi casi crescono anche se più lentamente, il nostro obiettivo è portare Rt sotto 1 per poter garantire la rapida riduzione dei casi. Una crescita lenta della curva non è l'obiettivo che vogliamo" raggiungere.

Covid in Lombardia il grafico elaborato sulle base del monitoraggio settimanale (dal sito del Ministero della Salute)

I dati del report

In base al report della Cabina di regia numero 27 relativo al periodo tra il 9 e il 15 novembre l'Rt della Lombardia si è attestato al 1,25. Un dato in netto calo rispetto alla precedente rilevazione del 13 novembre quando l'indice era pari all'1,61 e quasi dimezzato rispetto al report del 9 novembre quando l'Rt lombardo era schizzato al 2,08.  Stando ai dati odierni sono solo Lazio, Liguria e Sardegna le Regioni che hanno fatto registrare un Rt sotto l'1 - rispettivamente 0.9 e 0.92, 0.84. A guidare invece la classifica delle regioni con l' Rt più alto sono la Basilicata con 1.54 e la Toscana con 1.44.

Ecco di seguito gli Rt di ciascuna regione (il dato nazionale è pari a 1,2)

Abruzzo: 1.29

Basilicata:1.54

Calabria: 1.09

Campania: 1.13

Emilia Romagna: 1.2

Friuli Venezia Giulia :1.29

Lazio: 0.9

Liguria: 0.92

Lombardia: 1.25

Marche: 1.27

Molise: 1.05

Piemonte:1.1

PA Bolzano: 1.22

PA Trento: 1.07

Puglia: 1.24

Sardegna: 0.84

Sicilia: 1.13

Toscana: 1.44

Umbria:1.09

Valle d'Aosta:1.23

Veneto: 1.23