Dipendenti mobilitati
Dipendenti mobilitati

Lainate (Milano), 27 ottobre 2018 - Tre ore di sciopero e presidio fuori dai cancelli alla J Colors di Lainate contro il licenziamento collettivo, mentre dentro lo stabilimento si apre la trattativa sindacale. Dialogano a carte scoperte sul tavolo e senza scheletri nell’armadio azienda e organizzazioni sindacali Uil, Cgil, Cisl, insieme per decidere il futuro di 49 addetti; tanti gli esuberi annunciati a inizio mese dalla società leader nella produzione di vernici, intonaci, rivestimenti per l’edilizia e l’industria. Un piano di tagli che riguarderà le sedi di Lainate e Finale Emilia.

"Si è aperto un dialogo trasparente e costruttivo - dice Nunzio Dell’Orco della UilTec di Milano -. Nonostante le gravi criticità che ci sono state comunicate, abbiamo ripreso la trattativa. Abbiamo parlato della possibilità di ricollocamento degli esuberi all’interno dell’azienda o verso gli stabilimenti delle altre società del gruppo, si è parlato della possibilità di creare un canale preferenziale di riassorbimento attraverso le società che si occuperanno dei servizi che verranno esternalizzati, come la logistica, i servizi generali e la portineria. E di come saranno trattati i trasferimenti volontari da e per Finale Emilia". Le parti si aggiorneranno il 9 novembre, J Colors dopo aver valutato tutti i punti sul piatto, fra i quali il riassorbimento nel gruppo, i trasferimenti volontari fra le due sedi e gli incentivi all’esodo, potrebbe presentare un piano definitivo per quella data. "L’incontro è andato nella direzione che ci aspettavamo - prosegue Dell’Orco -. Per il prossimo tavolo in agenda siamo speranzosi di poter avere notizie positive almeno per un gruppo di lavoratori, l’obiettivo è di poter ridurre quanto più possibile gli esuberi". Il primo sciopero in via Settembrini a Lainate ha visto a raccolta quasi tutte le maestranze.

"Lo sciopero è riuscito, la partecipazione è stata alta, lo stato di agitazione prosegue fino alla procedura di licenziamento", confermano le organizzazioni sindacali di categoria e le Rsu a margine dell’assemblea organizzata per informare i lavoratori. Nei giorni scorsi una delegazione ha incontrato il sindaco di Lainate Alberto Landonio che ha espresso solidarietà per i lavoratori e l’auspicio che la situazione si risolva al meglio. J Colors è un’azienda da lungo tempo presente in città, il licenziamento riguarderà oltre 40 addetti per lo più residenti fra Lainate e dintorni, molti dei quali con 20 anni di lavoro sulle spalle. "Speriamo in un Natale sereno per tutti". dicono dallo stabilimento.