Il cantiere per la vasca è stato insediato, i lavori prossimi alla partenza
Il cantiere per la vasca è stato insediato, i lavori prossimi alla partenza

Senago (Milano), 11 agoto 2020 - Vasche di laminazione del Seveso, l’arrivo delle ruspe al Parco Nord a Bresso fa salire la preoccupazione anche a Bollate e Senago. Mentre attivisti e simpatizzanti del Comitato Coordinamento del Torrente Seveso (Ccts) gridano “al disastro ambientale“, a Bollate gli ambientalisti tentano di risvegliare gli animi dei cittadini. "Sotto la vasca prevista a Senago scorre la falda acquifera di Bollate, chiedo quanti bollatesi, ad oggi, sanno che il problema delle vasche di laminazione riguarda anche noi?", sottolinea in un post Facebook caduto nel vuoto Oscar Pattaro, di Legambiente Bollate.

Il circolo sulla questione si era già mosso a febbraio quando a Senago, al confine con Bollate, ci fu una nuova falsa partenza dei lavori per la realizzazione di quella che di fatto è la più importante, fra le quattro vasche previste per salvare Milano dalle piene del Seveso.

Ma ora a che punto sono i lavori? "È partita la cantierizzazione dell’area, non sono ancora partiti i lavori veri. Al momento Aipo (Agenzia Interregionale per il fiume Po), responsabile del progetto, assicura che non verrà intaccata la falda acquifera. Secondo i loro piezometri la falda non si è alzata rispetto agli anni precedenti", dichiara la sindaca, Magda Beretta.

"Al momento come amministrazione comunale siamo contenti dei risultati ottenuti, che sono gli unici ottenuti in questi lunghi anni di lotta contro le vasche. Chiaramente siamo assolutamente contrari alla vasca di laminazione: dal 2017 abbiamo cercato in tutti i modi di ostacolare l’opera. Purtroppo non abbiamo avuto esito positivo. Siamo riusciti a ottenere il finanziamento di una sola vasca e non due e la laminazione dei due torrenti di Senago Pudiga e Garbogena, rispetto all’inquinato Seveso che verrà laminato in casi solo eccezionali".

Quasi ultimata la costruzione della bretella che collega la rotatoria della Sp 119 in via Stati Uniti d’America a Senago. "Siamo contenti di questa nuova arteria e anche dell’aver ottenuto la non chiusura della Strada Provinciale 175 (per i senaghesi via De Gasperi) – aggiunge la sindaca -, fortunatamente Città Metropolitana non ha proseguito con gli accordi stretti con la precedente amministrazione di Senago. Al posto della chiusura siamo riusciti a ottenere la semaforizzazione della Sp 175, quando inizieranno i lavori per l’escavazione della vasca". Quando all’altezza del canale scolmatore arriverà il semaforo si potrà dunque dire che saranno di fatto partiti i lavori per la vasca.