La scuola "Don Lorenzo Milani"
La scuola "Don Lorenzo Milani"

Pogliano Milanese (Milano), 30 gennaio 2019 - Hanno rubato nove pc dalle aule e ventotto tablet dall’aula d’informatica i ladri che nella notte tra lunedì e martedì sono entrati nella scuola primaria don Milani di Pogliano Milanese. I soliti ignoti si sono introdotti nell’edificio scolastico di via Dante dopo aver forzato, quasi sicuramente con un piede di porco o un altra attrezzo da scasso, la porta della mensa, situata nel seminterrato. Una volta all’interno hanno fatto il giro delle aule e rubato i computer collegati alle Lim, chiusi in appositi armadietti, poi hanno letteralmente svaligiato l’aula 2.0 nonostante fosse chiusa a chiave.

È stato facile per i ladri scardinare la porta e sottrarre i tablet che la scuola aveva acquistato un paio di anni fa grazie ai Fondi Europei ottenuti con la partecipazione a un bando. I notebook tablet erano custoditi in un armadietto che è stato forzato e svuotato. Non hanno invece toccato i proiettori e altro materiale informatico custodito nell’aula. I ladri hanno agito indisturbati perché la scuola non è dotata di un sistema d’allarme. Dopo il blitz nel plesso giallo della scuola sembra che abbiamo tentato di entrare anche al piano terra del plesso rosso, sede dell’Università della Terza Età, ma qui è suonato l’allarme che ha messo in fuga i malviventi.

È stato il personale non docente, ieri mattina, a fare l’amara scoperta e segnalare l’accaduto alla direzione scolastica e all’amministrazione comunale. Dopo il suono della campanella sul posto sono arrivati i carabinieri di Nerviano che hanno fatto i rilievi del caso e requisito le immagini delle telecamere installate in zona. «Auspichiamo che le riprese siano utili per rintracciare i responsabili - dichiara il sindaco Vincenzo Magistrelli - purtroppo la scuola primaria non è dotata di un sistema antintrusione, contrariamente alla scuola media dove è stato installato dopo alcuni furti».

L’aula 2.0 rappresenta un’eccellenza per la scuola primaria don Milani con supporti informatici e dispositivi di ultima generazione e la notizia del furto ha suscitato rabbia e indignazione dei genitori. «Non lasceremo i nostri ragazzi senza pc, ci siamo già attivati per acquistarne di nuovi in tempi brevi», commenta il presidente del comitato genitori Massimo Bosani.

Come accade in molte scuole, anche alla don Milani una parte dei pc collegati alle Lim, utilizzati quotidianamente dalle insegnanti per l’attività didattica, sono stati acquistati anche grazie alla raccolta di fondi o altre iniziative che hanno coinvolto le famiglie degli oltre trecento alunni.