Pero (Milano), 7 maggio 2018 - La vittima,  un 53enne di Pero, ha detto ai poliziotti di non ricordare niente dell’accaduto. I suo aggressori sarebbero fuggiti all’arrivo dell’ambulanza. Gli avventori del bar interrogati dagli inquirenti hanno dichiarato di non aver visto nulla. Indagini in corso da parte del Commissariato di pubblica sicurezza di Rho-Pero per ricostruire la dinamica dell’aggressione avvenuta sabato sera a Pero, davanti a un pub di via Sempione, intorno alle ventidue e trenta.

Secondo quando ipotizzato dagli inquirenti, a quell’ora la vittima ubriaca avrebbe avuto una lite con alcuni giovani fuori dal locale dove c’erano anche altri clienti del pub. Sconosciuti i motivi, una cosa è certa: dalle parole sono passati ai fatti, fino a spingere l’uomo a terra e procurargli una profonda ferita alla testa.

Alla centrale operativa del 118 è arrivata una telefonata, sul posto sono arrivate un’ambulanza e automedica e dopo le prime cure mediche il 53enne è stato accompagnato al pronto soccorso dell’ospedale Sacco di Milano. Aveva una ferita in testa, i medici hanno messo i punti di sutura ma quando gli hanno spiegato che era necessario fare anche la tac la vittima si è rifiutata e ha lasciato l’ospedale. Gli agenti del commissariato hanno avviato le indagini, ma i clienti non si sarebbero accorti dell’aggressione e il 53enne si sarebbe giustificato dicendo di non ricordare nulla a causa dello stato di ebbrezza alcolica. Le indagini proseguono per individuare gli aggressori.