Andrea Calabrese
Andrea Calabrese

Novate Milanese (Milano), 21 agosto 2018 - Ha 11 anni  guida i gokart e lotta per il primo posto. Stiamo parlando del novatese Andrea Calabrese, classe 2007, che corre per il team Mlg Racing di Rho. La sua è una vita piena di sport: giocatore di calcio all’Osal Novate e di tennis, da tre anni si è innamorato delle quattro ruote, con ottimi risultati. Una passione, spiega il papà Enzo, nata al mare qualche anno fa. Tipico ambiente con le giostre e la possibilità di fare il giro delle piccole piste sui gokart elettrici. Andrea ci è salito e non ha più voluto scendere.

Tornati  dal mare i genitori hanno portato il piccolo novatese nel circuito di Cinisello Balsamo, attualmente chiuso, e hanno visto che a partire da 8 anni si potevano frequentare i corsi. Qui Andrea ha incontrato il maestro Sabino De Castro, che l’ha seguito. Dopo il corso base e avanzato in cui Andrea ha visto le basi della meccanica e le funzioni del kart, ha iniziato a partecipare a trofei non agonistici. L’anno scorso ha cambiato categoria e ha conseguito la licenza ufficiale in Aci Automobil club italiano e per le gare “Easy Kart”. Lo stesso ha dovuto fare il padre, che racconta: «Per me è una bellissima esperienza. Curo il suo Kart dal punto di vista meccanico, anche se nella vita faccio altro. Questi sono però momenti in cui riusciamo a dedicarci del tempo e aumentare la nostra affinità. Gli sguardi prima delle prove, l’incontro dopo il warm up, l’attesa della gara: sono momenti vissuti e che hanno aiutato il nostro rapporto a crescere».

Le gare si svolgono ogni 15 giorni, sul modello della formula uno. Prove libere, tenda, paddock, warm up, qualifiche e gara. «È un impegno da tutti i punti di vista. Insieme a mia moglie Elena ci spostiamo per il centro e nord Italia e le spese sono tante. La speranza per andare avanti è quella di trovare sponsor», spiega Enzo Calabrese.

Attualmente con il suo kart numero 104 di 50cc è arrivato a fine campionato. Manca una gara e Andrea è al secondo posto a due punti dal primo: si deciderà tutto a fine settembre nel circuito di Siena. Sempre a Siena la settimana successiva, quella del 5 ottobre si svolgerà una gara internazionale, con più di 100 piloti divisi per batterie. Andrea è inoltre stato scelto come “talent driver” insieme ad altri undici piloti. Faranno ulteriori selezioni e il vincitore avrà un contratto per la prossima stagione e parteciperà a un trofeo molto prestigioso.

Nel frattempo a settembre Andrea inizierà le scuole medie all’Orio Vergani e probabilmente lascerà il tennis per continuare con il calcio, i kart e i compiti. «La prima cosa è la scuola, poi i kart e il calcio – dice giudiziosamente Andrea – . Il mio sogno è di diventare un pilota di Formula 1, perchè guidare mi piace proprio. Il pilota a cui mi ispiro è Vettel. Ringrazio invece i miei compagni di staff, i miei compagni di scuola e i miei genitori, che mi seguono durante le gare e tifano per me. Il mio è uno sport che in pochi conoscono e tanti compagni di scuola non lo sanno. Sarebbe bello che anche a Novate si conoscesse meglio questo sport. Sicuramente molti bambini parteciperebbero».