Due brutti episodi in un mese all’altezza di Novate

Novate (Milano), 6 maggio 2018 - Disturbavano i pendolari a bordo del treno, con schiamazzi, urla, qualche spintone e frasi volgari. Quando il capotreno è intervenuto per placare la “vivacità” dei due giovani, invitandoli a scendere dal convoglio alla fermata successiva, hanno insultato anche lui, con toni duri e minacciosi. È stato necessario l’intervento della Polizia Ferroviaria di Milano-Bovisa per porre fine all’ennesimo spiacevole episodio avvenuto su un treno della S3 Milano-Saronno verificatosi venerdì intorno alle 17. A quell’ora le carrozze erano piene di studenti e pendolari che rientravano da Milano. Tra loro anche la coppia di giovani, probabilmente in stato di ebbrezza, che hanno cominciato a dare fastidio in modo insistente. Qualcuno tra i passeggeri ha avvertito il capotreno, che si è avvicinato ai giovani per porre fine agli schiamazzi, ma loro in tutta risposta, spalleggiandosi l’uno con l’altro, hanno insultato anche lui.

Una volta che il convoglio è giunto alla stazione ferroviaria di Novate Milanese è stata allertata la Polfer e, in attesa dell’intervento degli agenti, gli altri viaggiatori sono stati trasbordati sul treno successivo. I due giovani, che avevano con sè alcune bottiglie di birra, sono stati fermati e identificati dai poliziotti. La loro posizione è al vaglio dell’autorità giudiziaria, rischiano una denuncia per resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Si tratta del secondo episodio di questo genere in un mese a Novate. Il 9 aprile due minorenni erano stati denunciati per lo stesso motivo e per rapina dopo aver rubato il portafogli a un ragazzo che era sul treno e aver aggredito il capotreno che era intervenuto per chiedere la restituzione del maltolto.