Cornaredo (Milano), 26 febbraio 2018 - Quattro milioni di investimento, 3.350 apparecchi luminosi che verranno riqualificati e un sistema di telecontrollo su ogni punto luce per monitorare eventuali guasti. Spegne le luci di alcuni edifici pubblici in occasione della giornata «M’illumino di meno» e annuncia l’aggiudicazione provvisoria del bando per la riqualificazione di tutta l’illuminazione pubblica il sindaco Yuri Santagostino.

«Molto spesso riceviamo corrette segnalazioni da parte di cittadini perché vi sono zone del paese in cui, pur essendoci i pali dell’illuminazione, la visibilità è scarsa, inoltre ci sono alcuni vecchi pali in cemento armato che non sono del tutto sicuri – spiega il sindaco – Per questo motivo abbiamo lavorato per indire una gara per riqualificare tutta l’illuminazione pubblica. Purtroppo non è stato trovato un accordo con Enel Sole per il riscatto dei pali di loro proprietà, quindi con la gara ci siamo esposti a possibili ricorsi. Nel caso, sarà un giudice terzo a definire gli eventuali costi per il riscatto».

Ma intanto il progetto va avanti e nei prossimi mesi tutti i punti luce saranno riqualificati con la tecnologia a led che farà risparmiare alle casse comunali circa 33mila euro. «Alcune vie verranno meglio illuminate con l’aggiunta di nuovi punti luce mentre tutte beneficeranno di una maggiore visibilità grazie alla nuova tecnologia», aggiunge Santagostino. Con la nuova gestione, inoltre, è previsto un sistema di telecontrollo su ogni punto luce in modo che la situazione venga monitorata da remoto e quindi i tempi di manutenzione saranno molto brevi.

Tra le novità richieste in sede di gara anche l’aggiunta di varchi di sorveglianza sulle vie di accesso al Comune per aumentare la dotazione già installata, postazioni di ricarica elettrica per veicoli, implementazione della fibra ottica pubblica, «un Comune meglio illuminato è anche un Comune più sicuro, in cui si ha meno timore di girare da soli, più facile da controllare da parte delle forze dell’ordine».