Samantha Lentini, responsabile dell'associazione La Rotonda
Samantha Lentini, responsabile dell'associazione La Rotonda

Baranzate (Milano), 27 novembre 2018 - Musica e danza per l'integrazione. La Rotonda, associazione nata dalla costola della parrocchia Sant'Arialdo di Baranzate, si racconta domani sera al Pime di Milano (ore 21, via Mosè Bianchi 94) nello spettacolo "Migrarters: partire, costruire, unire" di Raymond Bahati con le coreografie di Stefania Ciampa. Uno spettacolo che parla del vissuto delle tante persone che quotidianamente incontrano i servizi creati nel quartiere di via Gorizia, racconta attraverso narrazione, musica e danza l'esperienza della migrazione.

L'evento avvia la raccolta fondi per "InOltre" (20 euro, il biglietto per l'offerta minima), il progetto che nei capannoni della fabbrica Lazzari di via Fiume a Baranzate porta una nuova prospettiva per l'intero quartiere e guarda oltre i confini comunali. "Una prospettiva di crescita verso l'autonomia e come desiderio di un quartiere che aspira a contaminare nuove esperienze, anche oltre Baranzate", dice Samantha Lentini, responsabile dell'associazione che questa sera danzerà insieme ai ballerini della scuola Arcobalenodanza. "La Rotonda è nata nel 2010 a Baranzate, Comune alle porte di Milano con la maggior presenza straniera di tutta Italia. Qui l'integrazione è la regola, la multiculturalità il punto d'arrivo. L'associazione opera per garantire a ciascun cittadino uguali possibilità di accesso a risorse e opportunità con l'obiettivo di creare una comunità vitale, solidale e coesa", prosegue Lentini. Nel foyer, si possono ammirare i pannelli di "La via Mediterranea", racconto del viaggio di molti migranti offerti da Villa Restelli, mentre nello spazio del teatro è allestita la mostra "Il Mondo in Casa" di Bruno Zanzottera. Informazioni sul sito: www.larotonda.org.