Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
21 mag 2022

Giorgio Napolitano operato all'addome. "Ha superato l'intervento e sta bene"

Il presidente emerito, 97 anni a giugno, è ricoverato presso la terapia intensiva dell'ospedale dopo essere stato sottoposto a un intervento programmato

21 mag 2022
GIORGIO NAPOLITANO
Giorgio Napolitano (Imagoeconomica)
GIORGIO NAPOLITANO
Giorgio Napolitano (Imagoeconomica)

Roma, 21 maggio 2022 - Apprensione nel mondo politico per la salute del presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, che è stato sottoposto ad un intervento chirurgico all'ospedale Spallanzani di Roma. L'intervento, condotto con
tecnica mininvasiva, è riuscito. L'operazione è stata condotta dall'equipe di Giuseppe Maria Ettorre presso il Dipartimento interaziendale dell'azienda San Camillo-Forlanini ed Inmi Spallanzani. Attualmente, secondo quanto si apprende, il paziente è ricoverato presso la terapia intensiva dello stesso ospedale. Si è trattato di un intervento chirurgico programmato all'addome, quello a cui è stato sottoposto oggi  Napolitano. Le sue condizioni sono stazionarie, riferiscono i medici, e sta bene compatibilmente con l'età avanzata.

Il chirurgo: "Napolitano sta bene ed è sveglio"

Il presidente Napolitano, che a giugno compirà 97 anni, è sveglio ed ha un quadro clinico stazionario,- fa sapere il bollettino medico dell'ospedale Spallanzani. La prognosi resta riservata.  "Il presidente sta bene ed è sveglio. Ha superato l'intervento, ma ovviamente è in terapia intensiva in prognosi riservata. Non posso dire di più". Sono le sole parole che Giuseppe Maria Ettorre, del Dipartimento interaziendale dell'azienda San Camillo-Forlanini ed Inmi Spallanzani di Roma, capo dell'équipe che ha operato Napolitano, riferisce in merito all'operazione chirurgica a cui è stato sottoposto il presidente emerito.

Il precedente: intervento all'aorta

Non è la prima volta che Napolitano viene sottoposto a un delicato intervento chirurgicoIl 24 aprile 2018, a seguito di un malore con forti dolori al petto, viene ricoverato d'urgenza all'Ospedale San Camillo di Roma e sottoposto a un intervento all'aorta. L'intervento è considerato un successo e il 2 maggio l'ospedale rende noto che il senatore è stato trasferito al reparto di degenza della cardiochirurgia e ha iniziato un programma di riabilitazione cardio-respiratoria, essendo "in ottime condizioni neuro-cognitive e psicologiche".

Primo Presidente della Repubblica eletto per un secondo mandato

Napolitano è stato l'undicesimo Presidente della Repubblica Italiana dal 15 maggio 2006 al 14 gennaio 2015 e il primo della storia italiana a essere stato eletto per un secondo mandato. Fu rieletto il 20 aprile 2013, divenendo anche il più anziano presidente al momento dell'elezione nella storia repubblicana. È stato anche il più anziano capo di Stato d'Europa, nonché terzo al mondo, preceduto solamente dal presidente della Repubblica dello Zimbabwe Robert Mugabe e da re Abd Allah dell'Arabia Saudita. ll 14 gennaio 2015 Napolitano ha rassegnato le proprie dimissioni, preannunciate nel suo ultimo messaggio di fine anno (31 dicembre 2014) e dovute alle difficoltà legate all'età.  È il primo capo dello Stato a essere stato membro del Partito Comunista Italiano, e il terzo napoletano dopo De Nicola e Leone.
Nella lunga carriera politica Napolitano ha ricoperto numerosi incarichi, tra cui quello di presidente della Camera nell'XI Legislatura (subentrando nel 1992 a Oscar Luigi Scalfaro, salito al Quirinale) e ministro dell'Interno nel governo Prodi I. E' stato deputato, europarlamentare e senatore a vita dal 2005 (nominato da Carlo Azeglio Ciampi) fino alla sua elezione alla prima carica della Repubblica.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?