Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
15 lug 2022
15 lug 2022

Dimissioni Draghi, chi sono i 9 Cinque Stelle nel governo

Movimento diviso tra falchi e colombe. Tra i più duri il ministro Patuanelli: "E' il governo che si è dimesso"

15 lug 2022

Sono 9 gli esponenti del Movimento Cinque Stelle presenti nel governo Draghi che, secondo le ipotesi di queste ore, l'ala ortodossa vorrebbe ritirare dall'esecutivo prima che il primo ministro si presenti mercoledì al Senato. In particolare si tratta di tre ministri: Federico D'Incà (Rapporti con il Parlamento), Fabiana Dadone (Politiche giovanili) e Stefano Patuanelli (Politiche agricole). "Si è dimesso il presidente del Consiglio, di fatto è il governo dimissionario". Proprio il ministro Patuanelli ha risposto così, lasciando la sede del Movimento, a chi gli chiedeva se i ministri 5 Stelle rassegneranno le dimissioni. Nella squadra di Draghi ci sono anche una viceministra, Alessandra Todde allo Sviluppo economico. Sono cinque i sottosegretari rimasti: Carlo Sibilia all'Interno, Ilaria Fontana alla Transizione ecologia, Giancarlo Cancelleri alle Infrastrutture e mobilità sostenibili, Rossella Accoto al Lavoro e Politiche sociali, Barbara Floridia all'Istruzione.

Falchi e colombre
Intanto ieri il Consiglio nazionale del M5s si è riunito fino a tardi (si parla di un incontro tesissimo). Stamani circolava l'ipotesi di un ritiro dei ministri pentastellati. Ipotesi che però fonti grilline hanno prontemente smentito: Conte non avrebbe chiesto nessun passo indietro. Il partito è spaccato tra falchi, fautori di una linea "di lotta", e colombe, propensi alla mediazione "di governo". Un modo per sbrogliare la matassa potrebbe essere quello di ricorrere al voto online degli iscritti.  

Gli scissionisti
I nove sono quel che resta della delegazione pentastellata al governo dopo la scissione dei dimaiani di Insieme per il Futuro. Si tratta appunto del ministro degli Esteri Luigi Di Maio, tra i più critici in queste ore di fronte alla posizione del movimento definito "partito di Conte, un partito padronale che ieri ha deciso di anteporre le proprie bandierine alla sicurezza e all'unità nazionale". Tra i fu 5Stelle nel governo ci sono anche la viceministra dell'Economia Laura Castelli e dei sottosegretari Dalila Nesci (Sud e Coesione Territoriale), Manlio Di Stefano (Esteri), Anna Macina (Giustizia) e Pierpaolo Sileri (Salute). 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?