Il Parlamento (Ansa)
Il Parlamento (Ansa)

Roma - Il deputato leghista Giuseppe Donina è risultato positivo al Covid-19. "Martedì ho partecipato ai lavori della Camera, non avevo alcun sintomo - ha detto il parlamentare -. Poi la sera ho avvertito un po' di malessere, qualche linea di febbre, e ho subito avvertito i responsabili d'Aula. Ho provato a fare un tampone, ma non riuscivo prima di giovedì. La mattina dopo stavo bene, ma per precauzione sono tornato a Brescia in treno, ho sentito l'ospedale, mi hanno fatto un tampone rapido e ho saputo della positività. Ho subito avvertito i Questori. Ora comunque sto bene - assicura - solo un po' di tosse". 

Da Montecitorio spiegano che i contatti in Commissione avuti da Donina non sono stati giudicati "stretti" secondo il protocollo Camera, ovvero contatti ravvicinati per almeno 15 minuti. Solo un deputato è in quarantena, e si tratta del leghista Andrea Dana, che divide con Donina l'appartamento a Roma: "Per precauzione già mercoledì mattina non sono andato alla Camera, poi alle 14,30 ho saputo della positività di Donina e mi sono messo in isolamento fiduciario", spiega Dana, che al momento è negativo: "Ho fatto un primo tampone mercoledì pomeriggio, negativo. Poi un altro poche ore fa, ancora negativo", ha spiegato al telefono. Ad altri tre deputati, spiegano infine da Montecitorio, verrà richiesto il tampone per poter rientrare dopo la pausa di Pasqua. Esclusi invece contatti stretti e dunque quarantene per dipendenti e funzionari della Camera.