Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
29 giu 2022
a.mor.
Politica
29 giu 2022

Cittadinanza italiana agli under 18. Ius scholae: cos'è e cosa cambierà

Approda alla Commissione Affari costituzionali della Camera la nuova proposta di legge che spacca la maggioranza

29 giu 2022
a.mor.
Politica

E' il giorno dello ius scholae , la legge sulla cittadinanza che approda alla Camera . Il percorso non è stato facile perché oggi, nel voto della commissione Affari costituzionali che ha approvato il mandato al relatore, il presidente della Commissione stessa  Giuseppe Brescia (M5S). Sul testo c'è un'evidente spaccatura nella maggioranza.  

La proposta di legge
Il testo all'esame punta a riconoscere il ruolo della scuola consentendo a quasi un milione di under 18 (nati in Italia o arrivati entro i 12 anni) la possibilità di chiedere la cittadinanza italiana dopo aver frequentato "almeno 5 anni di scuola" . "Con lo ius scholae riconosciamo la cittadinanza a tanti ragazzi nati in Italia da genitori stranieri che magari conoscono solo il nostro Paese e studiano, vivono e pensano in italiano. Aspettare i 18 anni, come prevede la legge vigente, significa condizionare le vite e le scelte di questi ragazzi. Parliamo di persone che sono legalmente residenti in Italia. È un modello quindi che dimostra un radicamento vero nel nostro Paese,  ha detto Giuseppe Brescia (M5S),

Fino ad ora
La legge 91 del 1992 indica il principio dello ius sanguinis come unico mezzo di acquisto della cittadinanza a seguito della nascita, mentre l'acquisto automatico della cittadinanza - iure soli - continua a rimanere limitato ai figli di ignoti, di apolidi, o ai figli che non seguono la cittadinanza dei genitori.

Le posizioni dei partiti
 Dare ai ragazzi la cittadinanza anche prima della maggiore età mette d'accordo tutto il centrosinistra: a favore sono M5s e Pd, Leu e Italia Viva ) ma potrebbe dividere il centrodestra. Se Forza Italia ha una posizione più dialogante, Lega e Fratelli d'Italia sono contro : la cittadinanza "non è un biglietto a premi" e "si decide a 18 anni", ha detto Matteo Salvini mentre per il partito di Giorgia Meloni si tratta di "uno ius soli mascherato" . iamo ad applicarla nel modo migliore possibile»

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?