Milano, 25 giugno 2018   "I risultati chiariscono definitivamente qual e' il pensiero e la volonta' della nostra gente, del nostro popolo. Bisogna seguire le indicazioni che vengono date in questo momento soprattutto da Salvini e quindi credo che bisognerebbe iniziare a ragionare su quello che dice Salvini anzichè continuare ad insultarlo perche' non si va da nessuna parte. La gente e' molto meglio di tanti benpensanti e di tanti soloni che credono di sapere le cose". E' quanto ha scritto su Facebook il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, commentando i risultati dei ballottaggi per le elezioni amministrative. Sì, perché anche in questo secondo turno, c'è stata la conferma che la Lega va forte in Lombardia. Nonostante ciò, il Pd ha comunque tenuto

Anche il sindaco di Milano Beppe Sala ha commentato i dati delle elezioni amministrative di ieri: "Purtroppo un po' ce lo aspettavamo, l'aria era quella. Non è stato un gran risultato, ma è in una linea di tendenza, di cui ormai bisogna prendere atto. Ora si sviluppa l'ennesimo dibattito, cioè se si riparte del Pd o da qualcosa di diverso dal Pd". "Ma - ha aggiunto il primo cittadino - al di là delle sigle, contano gli uomini e le donne, che in questo momento si tirano su le maniche con molto altruismo, senza pensare al proprio potere personale". "Immagino che per un anno e mezzo o due ci sia solo da soffrire, quindi pensiamo a ricostruire, perché i tempi non saranno certamente brevissimi", ha concluso Sala.

Nei nove Comuni al ballottaggio, domenica 24 giugno, cinque sindaci al centrodestra e quattro al centrosinistra. La sfida più attesa era quella di Sondrio, unico capoluogo di provincia chiamato nuovamente alle urne. Ha vinto, come da previsioni della vigilia, il candidato del centrodestra Marco Scaramellini superando il rappresentante del centrosinistra Nicola Giugni: l’esponente di Lega-Forza Italia e Fdi ha raggiunto il 60,37% delle preferenza contro il 39,63% dello sfidante. Ma significativo è stato anche il trionfo del candidato della Lega a Cinisello Balsamo: un’altra roccaforte del Pd che cade.

Nel Milanese, svolta a Cinisello Balsamo, dove ha trionfato il leghista Giacomo Ghilardi. Centrodestra vittorioso anche a Bareggio con Linda Colombo, mentre il centrosinistra si è confermato a Gorgonzola con Angelo Stucchi.La sfida più importante era quella di Cinisello: la vittoria del centrodestra segna un passaggio storico in una città che è una roccaforte rossa. 

Situazione opposta in Brianza, dove il centrosinistra ha vinto a Seregno e a Nova Milanese e a Brugherio, mentre ha perso a Seveso e Carate Brianza. A Seregno il centrosinistra è tornato al governo dopo 13 anni con Alberto Rossi. A Nova Milanese, dove il centrosinistra da sempre stravince, questa volta ha prevalso di poco con Fabrizio Pagani. A Brugherio è stato confermato il sindaco uscente Marco Troiano. Vittoria del centrodestra, invece, a Seveso, dove l'eletto è Luca Allevi, e a Carate Brianza, dove ha vinto Luca Veggian. 

ELEZIONI COMUNALI BALLOTTAGGIO: ECCO TUTTI I RISULTATI IN LOMBARDIA