Paolo Bottazzi, allenatore della formazione under 15 regionale della Rivanazzanese
Paolo Bottazzi, allenatore della formazione under 15 regionale della Rivanazzanese

Rivanazzano (Pavia), 18 febbraio 2020 - «Purtroppo l’arbitro era in confusione, arrivando al punto di fischiare ogni richiesta dei giocatori e del pubblico". Queste le prime parole di Paolo Bottazzi, allenatore della formazione under 15 regionale della Rivanazzanese, balzato alla cronaca per aver aggredito un arbitro donna. A Meda durante la partita del campionato Regionale under 15 rosa tra il Real Meda e gli ospiti della Rivanazzanese, una 16enne arbitro della sezione Aia di Saronno sarebbe stata aggredita dal tecnico e da un genitore di una calciatrice gialloblù che avrebbe scavalcato la recinzione. Il giovane arbitro impaurita ha provato a scappare. Il tutto nel finale di gara quando in pieno recupero il Real Meda ha realizzato la rete mentre il direttore di gara stava fischiando. Ma il tecnico smentisce.

"Ci sono stati molti errori da parte del direttore di gara come sul loro primo gol, ma questo ci può stare", prosegue il tecnico oltrepadano, "all’ultima azione di gioco mentre l’arbitro stava fischiando la fine del match il Real Meda è andato in rete, ma subito il gol e’ stato annullato. Poi, con le proteste delle giocatrici di casa e’ stato convalidato. A quel punto mi sono avvicinato al direttore di gara chiedendo spiegazioni". Po ammette: "Il mio errore è stato metterle una mano sul braccio: avrei dovuto parlarle con le mani dietro la schiena, ma non ho insultato e aggredito quella ragazza. Siamo entrati nello spogliatoio e guardando il regolamento l’arbitro ha deciso di non convalidare la rete scrivendo sul referto il risultato di uno a uno. E il genitore non ha scavalcato, ma è entrato da una porta aperta chiedendo solo spiegazioni".

Il clima è pesante: "Sono molto triste - conclude mister Bottazzi - perché in tanti anni di calcio non mi è mai successa una cosa del genere,sono una persona seria e quello che è successo a Meda non mi fa star bene, anche perché è stato ricostruito tutto in maniera diversa dalla realtà".

Sui fatti di Meda interviene anche Paolo Monastero presidente della Rivanazzanese: non essendo stato presente alla partita non posso commentare l’accaduto. Posso solo dire che per come lo conosco io è strano che il mister si sia lasciato andare a comportamenti poco corretti verso l’arbitro. Come società prenderemo comunque dei provvedimenti.