I tifosi del Voghera (Facebook)
I tifosi del Voghera (Facebook)

Voghera (Pavia), 10 gennaio 2019 - Alla fine ha prevalso il buon senso in casa Asd Voghera: il sodalizio rossonero, nato nell’estate del 2015 dalla fusione a tre tra Nord Voghera, Torrevillese e Orione, ha ritirato la squadra dal campionato di Promozione, girone F. Decisivo il blitz nella sede della Federcalcio regionale di via Pitteri del presidente oltrepadano Giulio Perinetti che ha comunicato ai vertici calcistici lombardi la sofferta decisione andando incontro alla richiesta di tifosi e media che a più riprese in questo periodo hanno invocato il ritiro della squadra per non continuare a mandare i giovani e volenterosi ragazzi della Juniores al massacro.

La società continuerà l’attività con le due formazioni Juniores, le squadre Allievi e Giovanissimi e le numerose squadre dell’attività di base. La situazione in casa Voghera è precipitata a dicembre con le 29 reti subite nelle ultime tre gare dell’andata: 9-0 con Accademia Gaggiano, 9-1 con la Viscontea Pavese, con il culmine della partita a Settimo Milanese dove sull’undici a zero a favore dei padroni di casa il tifo organizzato vogherese, per porre fine a una vera umiliazione sportiva, ha lanciato oggetti in campo costringendo il direttore di gara alla sospensione del match. Finisce quindi in una mattinata di inizio gennaio l’avventura nel torneo di Promozione del club rossonero partito la scorsa estate con ambizioni di vertice dopo la vittoria del campionato di Prima categoria, ma costretto a novembre a smantellare completamente la rosa a causa del disimpegno economico di alcuni dirigenti.