Valter Garbarini
Valter Garbarini

Pavia, 30 gennaio 2018 - Tanti pavesi in corsa per le prossime elezioni e tanti dissapori da parte degli esclusi. Il “giallo” candidature più appassionante si è consumato tra le fila del Pd dove un nome di un candidato è stato fatto, poi spostato dalla Camera al Senato e quindi sparito per un gioco di equilibri tra rappresentanze che si è svolto a livello nazionale.

È lo stesso protagonista, il vigevanese Valter Garbarini a raccontare l’accaduto su Facebook. «Mi hanno proposto una candidatura – racconta – e dopo un iniziale rifiuto ho accettato. Domenica ho scoperto dai giornali on line che ero stato spostato dalla Camera al Senato: senza richiedere il mio parere, senza una telefonata. Mi sono opposto. In giornata mi è stato garantito che ero tornato ad essere candidato per la Camera. Alle 20,54 sono stato chiamato e mi hanno detto che ero fuori perché non avrei mai accettato di essere candidato al Senato scalzando Bosone. Avevo accettato perché deluso da questo modo di fare politica e ora ho avuto la conferma che alcune promesse non valgono il fiato con le quali sono pronunciate». Per il Pd nel collegio Lombardia 4 correrà la pavese Silvia Grossi e nel Lombardia 1 il deputato uscente Alan Ferrari. Nei collegi uninominali della Camera si troveranno la deputata uscente Chiara Scuvera (Pavia) ed Emanuela Marchiafava (Vigevano).

Per il Senato il duello sarà tra Daniele Bosone (Pd) e l’uscente Gian Marco Centinaio (Lega Nord). Nel centrodestra per Forza Italia saranno due i collegi in cui correrà l’ex sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo, uninominale alla Camera e capolista alla Camera. Un altro collegio uninominale anche per l’ex vice sindaco Gian Marco Centinaio che vuole tornare a rappresentare Pavia e la Lega Nord in Senato dove potrebbe incontrarsi con un altro pavese, Vittorio Pesato (Forza Italia) quarto in lista per il plurinominale. «Una squadra bellissima» ha invece commentato Giuseppe Polizzi, consigliere comunale del M5S presentando i candidati pentastellati scelti dagli iscritti. Tra loro c’è la consigliera regionale Iolanda Nanni che ora sarà in corsa per la Camera nel collegio di Pavia insieme a Elena Modini a Vigevano. Il presidente di Pavia Lirica impegnato da decenni sul fronte Lgbt, Cesare Vitali, invece, sarà candidato al Senato