Mitsiopoulos, Niutta, Spallarossa, Pesato e Lombardi
Mitsiopoulos, Niutta, Spallarossa, Pesato e Lombardi

Pavia, 20 febbraio 2019 - Prima esce allo scoperto e mostra le sue carte. Venerdì sera alle 20,45 al collegio Volta la lista civica presenterà il suo percorso politico. «A Pavia il malcontento è elevato – ha detto l’ex consigliere regionale Vittorio Pesato –, stiamo costruendo un’alternativa per intervenire dove il Pd ha fallito. In questi anni sono stati indeboliti l’Università e il San Matteo. L’amministrazione Depaoli non è riuscita neppure a fare il ponte che doveva collegare gli Irccs Maugeri, Mondino, San Matteo e Cnao».

Con Pavia Prima si è già schierata Idea Pavia di Niccolò Fraschini, ma anche il Popolo della famiglia, la destra sociale, i centristi che si rifanno al compianto Italo Richichi e alcuni esponenti di spicco della politica pavese come Marco Galandra. «Venerdì sarà un punto di partenza - ha sottolineato Nicola Niutta – sarà una serata aperta a tutti gli alleati a cominciare dalla Lega e a tutta la città per condividere le nostre idee e il programma, che ora stiamo integrando. Una volta completato, lo chiuderemo, e lo presenteremo agli alleati non per imporlo, ma per discuterne». «Anche il sindaco Depaoli venerdì può partecipare alla nostra serata – ha aggiunto Andrea Mitsiopoulos – per confrontarsi sulle nostre proposte. Vogliamo essere protagonisti nel centrodestra, non abbiamo complessi d’inferiorità nei confronti di nessuno. Certo il nostro obiettivo è rompere con il passato e con l’attuale amministrazione». Il sindaco Massimo Depaoli, invece, pubblica su Facebook un post al giorno nel quale illustra che cosa ha fatto la sua Giunta: «Abbiamo allontanato il precedente CdA di Asm – ha ricordato il primo cittadino – e con l’insediamento del nuovo è emerso lo scandalo dei 2 milioni rubati all’azienda, e quindi a tutti i pavesi. Oggi c’è ancora molto da lavorare sulla organizzazione e sulla efficacia della azione di Asm ma non dobbiamo più occuparci di furti. Inoltre il processo di risanamento di Asm è passato anche attraverso la messa in liquidazione di tre società controllate che sono state fonte di problemi. Una lezione anche per il futuro: puntare sulle attività necessarie per i Comuni e pretendere efficienza».

Intanto sta nascendo un altro progetto civico che vuole aggregare e dare voce alle forze civiche della città: “Pavia a colori”. Domenica alle 21 al circolo via d’Acqua di viale Bligny 83 è prevista la prima riunione con ospiti l’assessore alle Politiche sociali Alice Moggi e il sindaco di Borgarello Nicola Lamberti. Infine Forza Italia lancia l’ #ilsindacoseitu. Dalle 9,30 in Santa Maria Gualtieri si svolgerà un evento che rompe i classici schemi dove il cittadino non è protagonista, ma solo spettatore passivo. Si parlerà di temi fondamentali per il futuro di Pavia: parcheggi, decoro e famiglia. L’obiettivo sarà quello di ascoltare le tante problematiche, senza nessun preconcetto. Secondo i promotori «la giornata, infatti, sarà aperta a tutti i cittadini che intendono aiutare Pavia ad uscire dalle sabbie mobili degli ultimi anni targati Pd e Depaoli. Anni nei quali le decisioni sono state prese dall’alto senza tenere conto delle necessità dei pavesi».