Quotidiano Nazionale logo
7 mag 2022

Vigevano, rissa in centro con catene e pezzi di vetro: denunciati

Diverbio per futili motivi degenera all'improvviso, spuntano anche cacciaviti e sassi. Provvidenziale l'intervento dei carabinieri

umberto zanichelli
Cronaca
pavia - carabinieri - coronavirus - viale della stazione  via vittorio emanuele - controlli notturni carabinieri -  torress  pavia - carabinieri di pavia, stazione centrale - foto torres   /ph PaviaPress *** Local Caption ***
Carabinieri

Vigevano (Pavia) - Si sono affrontati per strada, sotto gli occhi attoniti dei passanti, impugnando catene, cacciaviti, bottiglie rotte e sassi. Il tutto per risolvere una diatriba pare sorta per futili motivi.

E solo per un puro caso le conseguenze non sono state ben peggiori di quanto non si siano effettivamente rivelate: uno solo dei coinvolti è rimasto ferito in modo lieve, come attestato dai medici del Pronto soccorso cittadino, al quale l’uomo si è rivolto. Al termine degli accertamenti, i carabinieri del nucleo radiomobile della compagnia di Vigevano hanno denunciato quattro cittadini marocchini. Dovranno rispondere dei reati di rissa, lesioni, porto di oggetti atti ad offendere e ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato. Tutto è avvenuto l’altra sera in una zona del centro storico nella quale la concentrazione di cittadini stranieri è particolarmente elevata. I quattro hanno avuto un diverbio, che avrebbe origini del tutto trascurabili ma che non è chiaro per quale ragione sia presto degenerato.

I quattro, due fratelli di 43 e 47 anni, quest’ultimo pregiudicato, hanno affrontato due connazionali di 23 e 26 anni. I toni del diverbio sono cresciuti all’improvviso e i quattro sono passati dalle parole ai fatti: sono sbucate delle catene e dei cacciaviti, non quanto si porta chi è animato da buone intenzioni, e la reazione dell’altra coppia è stata quella di affrontare la sfida utilizzando delle bottiglie di vetro rotte e dei sassi. Sono stati momenti di tensione risolti poi dall’intervento dei carabinieri del maggiore Paolo Banzatti, che comanda la compagnia di Vigevano, che hanno identificato i quattro uomini, accertando anche la loro posizione di irregolari sul territorio italiano e che hanno ricostruito le concitate fasi delle rissa, della quale il gruppetto si è reso protagonista davanti agli sguardi sorpresi e decisamente preoccupanti dei passanti. Poi, raccolti tutti gli elementi probatori necessari, hanno provveduto alla denuncia per l’accaduto. In quei momenti uno dei quattro coinvolti si è presentato al Pronto soccorso dell’ospedale per esser medicato per le lievi tumefazioni riportate nello scontro.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?