Pavia, 8 luglio 2018 - E' stata localizzata e arrestata dalla polizia lettone l'ultima destinataria delle 11 ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nel maggio dello scorso anno dall'autorità giudiziaria pavese, nell'ambito dell'operazione "Enigma" dei carabinieri di Pavia.

J.N., 32enne di nazionalità lettone (come la quasi totalità degli arrestati) nell'ambito della gang dei "vampiri degli oleodotti" (che rubavano idrocarburi dagli oleodotti di Eni, Sarpom e Sigemi) è accusata di aver avuto il ruolo di intermediaria per l'affitto delle ville e capannoni usati come basi operative in diverse zone del Nord Italia. Per la donna, rientrata nel suo Paese d'origine dopo una latitanza di oltre un anno, durante il quale si sarebbe continuamente spostata in diversi Paesi dell'Est Europa, sono state avviate le procedure per l'estradizione in Italia.