Quotidiano Nazionale logo
3 mar 2022

Un’intera notte di fuoco, sei villette inagibili

Alla frazione Parasacco di Zerbolò, in via Livantino, il rogo è partito da una canna fumaria e si è propagato attraverso i pannelli fotovoltaici

stefano zanette
Cronaca

di Stefano Zanette Cinque famiglie, per un totale di 15 persone, hanno dovuto lasciare con la massima urgenza le loro case, devastate da un vasto incendio divampato nella serata di martedì. È successo in via Livatino a Parasacco, frazione di Zerbolò. Sul posto, poco prima delle 21, sono intervenuti anche i carabinieri delle Stazioni di Gropello Cairoli e di Garlasco, della Compagnia di Vigevano. I vigili del fuoco sono rimasti impegnati circa sei ore solo per le operazioni di spegnimento e la prima bonifica, con la messa in sicurezza proseguita ancora ieri mattina. I pompieri sono intervenuti con diversi mezzi, tra cui due autoscale da Pavia e dal Comando di Milano, un’autobotte dal Distaccamento volontari di Mortara e due autopompe-serbatoio dalla Centrale di Pavia e dal Distaccamento volontari di Garlasco. Nessuno è rimasto ferito o intossicato: tutti i residenti sono riusciti a uscire da soli dalle loro abitazioni. I danni strutturali ed economici sono ancora in fase di quantificazione, ma sarebbero molto ingenti. In base alla prima ricostruzione dell’accaduto, con gli accertamenti ancora in corso, l’incendio avrebbe avuto origine dalla canna fumaria di un’abitazione e si è poi propagato ai tetti delle altre strutture abitative attraverso i pannelli fotovoltaici installati sui rispettivi tetti, uniti in un’unica costruzione. Si tratta infatti di villette a schiera. Complessivamente sono state sei le abitazioni coinvolte, delle quali una risulta attualmente disabitata. Tutte le famiglie evacuate hanno trovato ospitalità per la notte da parenti e amici. Sul posto si è subito precipitato anche il sindaco Gian Antonio Centenara. "La prima preoccupazione – riferisce il primo cittadino – è stata quella di accertare l’eventuale presenza di feriti, ma per fortuna quest’eventualità è stata scongiurata. Il secondo immediato problema è stato quello del pernottamento delle famiglie costrette a lasciare le rispettive case. Il Comune non ha disponibilità abitativa per ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?